Una Scaligera da quarti (di finale); ciao Casale Monferrato, il PalaFerraris porta bene.

 
 

La Tezenis Verona sbanca ancora il PalaFerraris di Casale Monferrato e conquista il passaggio del turno.

La serie finisce 3-1 per i gialloblù con il successi conquistati nelle gare 1, 3 e 4.
Verona sfodera un’altra prestazione solida, concedendo solamente 56 punti agli avversari e dopo il -5 all’intervallo i gialloblù hanno avuto la capacità di reagire nei primi minuti della ripresa andando subito a comandare nel punteggio.

Ai quarti di finale, che inizieranno domenica 12 maggio, i gialloblù troveranno la vincente di Gara 5 tra Treviglio e Roseto.


IL MATCH

I tiri di Candussi, due, si spengono sul ferro mentre la Tezenis mostra i muscoli in difesa, fermando nei primi due minuti e mezzo gli attacchi dei padroni di casa. Denegri e Pinkins firmano il primo strappo (5-0) con la Tezenis che trova la prima tripla con Poletti poi pareggia con Candussi, bravo a farsi spazio sotto canestro (7-7). La gara si inchioda su questo punteggio per qualche minuto, fino a quando Poletti trova 3 punti (1/2 dalla lunetta e appoggiando al vetro) confermando il duello sotto le plance con Pinkins (9-10). Prima della sirena, l’equilibrio non si spezza: si chiude sul 12-12.

Servono 3 minuti per vedere il primo canestro nel secondo quarto. E’ quello di Cesana, subito dopo seguito da Candussi (14-14) con la Tezenis che conferma di preferire il gioco dal pitturato. La Novipiù mette 5 punti di vantaggio in un minuto: ci pensano Musso, da tre, e Pinkins (19-14) ma la Tezenis rimane aggrappata con grande intensità con le triple di Ikangi e Dieng, che rimettono tutto in parità (21-21). La gara si infiamma negli ultimi minuti del primo tempo: Casale prova ancora la fuga (26-21), la Tezenis ha la palla del pareggio ma all’ultimo respiro Denegri mette la tripla del 31-26, punteggio con il quale si va al riposo lungo.

E’ un inizio di secondo tempo a tutto gas per la Tezenis. Difesa, flusso offensivo, precisione al tiro: i primi tre minuti sono un concentrato di tutto questo che riportano la Tezenis avanti 31-33. Candussi si prende il tiro dalla media che vale il +4 (31-35) e il tap-in di Poletti su assist di Severini vale il massimo vantaggio gialloblù (32-37). Un margine che prima dell’ultima sirena si assottiglia fino al 42-44.

Ultimi 10 minuti al PalaFerraris. La gara viaggia con il +5 di Verona confermato nei primi tre minuti con Amato che trova 5 punti consecutivi e ruba il pallone che dà ai gialloblù il +7 (48-55). La Tezenis è in controllo con solidità crescente. Il time out di Ferrari è l’ultimo tentativo di sistemare le cose in casa della Novipiù (48-59). Il pressing a tutto campo di Casale La palla persa di Ferguson (54-59) dà ai padroni di casa l’ultima opportunità ma Verona c’è e lo conferma. Si chiude sul 56-61.

 
 
32 anni, parte di questi trascorsi inutilmente nel tentativo di scrivere una biografia seria e sensata. Forse questa è la volta buona (lo dico sempre!). Italiano e veronese, amante della comunicazione con ogni mezzo e a (quasi) ogni costo. Hellas Verona nelle arterie, musica jazz e le parole di un caro amico al momento giusto. Con la famiglia di VeronaNews per dare il meglio di me alla città che più amo al mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here