Addio a Kobe Bryant, la più grande stella del firmamento NBA con un tocco di tricolore. Il commento di Velardi e Bianchini

 
 

“Siamo increduli, sconvolti e costernati alla notizia della tragica scomparsa della ex stella del basket mondiale Kobe Bryant, deceduto in un incidente con il proprio elicottero avvenuto a Los Angeles poche ore fa“.

Con questa dichiarazione si apre la nota del capogruppo di Forza Italia e Presidente della commisione sport del Comune di Verona, Stefano Bianchini assieme al consigliere comunale della Lega – commissario della stessa – Andrea Velardi.

Non ci sono parole” dichiarano Bianchini e Velardi.
Sono notizie che ti lasciano senza fiato. Ha imparato a giocare a basket in Italia e aveva il nostro paese nel cuore. Ha tenuto sveglie di notte due generazioni di amanti dell’NBA. Ci lascia un icona mondiale, una leggenda dello sport, un Padre di Famiglia, il giocatore che più si è avvicinato al migliore di sempre, Michael Jordan.

Kobe con la figlia Gianna Maria Onore, deceduta assieme al padre nel tragico incidente.

La tragica notizia ha naturalmente fatto il giro del mondo in pochi minuti, diventando l’argomento più cliccato e discusso fra i principali social network, diventando uno dei più commentati trend topic di Twitter.
Ampissimo il fronte del cordoglio fra i campioni dello sport, da Diego Armando Maradona a Totti, da BoltMarquez.

Oltre alle sue spettacolari giocate, i fans di tutto il mondo (ma non solo) stanno in queste ore ricordando soprattutto la bellissima quando romantica e straziante lettera che lo stesso Bryant dedicò al campo e allo sport che l’ha portato nella storia.

Una storia che è già “antologìa“, poiché il mito di Kobe, a differenza di quanto accade di solito in circostanze simili, è già stato raccontato in un cortometraggio (Dear Basketball) dedicato alla sua vita, vincitore anche di un premio Oscar.

Se non credi in te stesso, chi ci crederà?

 
 
Avatar
30 anni, parte di questi trascorsi inutilmente nel tentativo di scrivere una biografia seria e sensata. Forse questa è la volta buona (lo dico sempre!). Italiano e veronese, amante della comunicazione con ogni mezzo e a (quasi) ogni costo. Hellas Verona nelle arterie, musica jazz e le parole di un caro amico al momento giusto. Con la famiglia di VeronaNews per dare il meglio di me alla città che più amo al mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here