Previeni, giovinezza! La Questura di Verona incontra i “butìni” per educarli alla legalità. Ricordando Capaci.

 
 

Prevenire” è la parola d’ordine: questa la missione che sta alla base delle iniziative che la Polizia di Stato continua a promuovere all’interno delle Scuole, con gli alunni di ogni fascia d’età.

Coscienti del fatto che la prevenzione passa necessariamente attraverso la conoscenza e il dialogo, i poliziotti della Questura di Verona hanno incontrato, questa mattina, circa 500 studenti dell’Istituto Comprensivo “F.lli Sommariva” di Cerea: la visita si è inserita nel più ampio progetto di educazione alla legalità con il quale la Polizia di Stato intende informare i giovani sulle tematiche che, nella realtà d’oggi, coinvolgono maggiormente il mondo degli adolescenti.

Nella giornata celebrativa del 27° Anniversario della strage di Capaci, su richiesta del Dirigente Scolastico, dott. Antonino Puma, e con la collaborazione dei docenti, i ragazzi della scuola primaria e secondaria di primo grado hanno affrontato, insieme ai poliziotti, le tematiche della legalità e del rispetto delle regole.
L’obiettivo è stato quello di stimolare, negli studenti, la riflessione sull’importanza della legalità e della sicurezza nella vita di tutti i giorni che passa, necessariamente, attraverso la partecipazione attiva e consapevole di tutti i cittadini. 

Cercando di dotare gli studenti di tutte le indicazioni necessarie a farne soggetti attivi e collaborativi e di stimolare, negli stessi, un forte senso di responsabilità civica, i poliziotti della Polizia Stradale hanno illustrato ai giovani i  mezzi e gli strumenti di consueto utilizzati per prevenire le più gravi tragedie che possono verificarsi su strada. Giornalmente, infatti, la Polizia di Stato, oltre ad esercitare un’azione repressiva su quelle che sono le cattive abitudini degli utenti della strada, si impegna a svolgere un’attività preventiva, che vede i giovani come i primissimi destinatari. 

Quest’importante momento è stato corredato anche dall’esperienza del personale della Croce Rossa che ha illustrato ai giovani, anche mediante  esempi pratici, il rischio della guida in stato d’ebbrezza.

Con il fine ultimo di sensibilizzare al rispetto e alla condivisione delle regole e dei valori fondamentali della convivenza civile e della cittadinanza attiva, la Polizia di Stato continuerà, fino al termine dell’anno scolastico, ad incontrare gli studenti e a promuovere in loro una sempre maggior consapevolezza, tramite un approccio diretto e, quanto più possibile, a stretto contatto con la nostra Istituzione.

 
 
Avatar
29 anni, parte di questi trascorsi, inutilmente, nel tentativo di scrivere una biografia seria e sensata. Ma forse questa è la volta buona (lo dico sempre!). Italiano e veronese, amante della comunicazione con ogni mezzo e a (quasi) ogni costo. Parlo tanto e volentieri, di politica e di sport. Talvolta a proposito, talaltra vabbé, pazienza. Hellas Verona nelle arterie, musica jazz, il buon vino e le parole di un caro amico al momento giusto. Con la famiglia di VeronaNews per dare il meglio di me alla città che più amo al mondo. Comunico. Rifletto. Combatto. Edito. Suono. Non necessariamente in quest'ordine. 🇮🇹

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here