Acque Veronesi trasforma il Tocatì in un evento plastic free

 
 

Anche quest’anno Acque Veronesi rinsalda il rapporto con il festival dei giochi di strada del Tocatì nel segno della sostenibilità ambientale. L’azienda consortile non solo fornirà acqua di rete evitando l’uso di tantissime bottigliette di plastica, ma grazie ai due stand, uno in piazza Bra e l’altro in Lungadige San Giorgio, condividerà con grandi e piccini le buone pratiche per la salvaguardia dell’acqua.

“L’anno scorso sono stati distribuiti 6.800 litri di acqua di rete, che significa aver risparmiato 13.600 bottigliette di plastica – dice il consigliere di amministrazione Mirko Corrà -. Quest’anno puntiamo a distribuire 10.000 litri, un grande sforzo, ma che vuol dire un risparmio di circa 500 kg di plastica”.

“Il Tocatì è il primo evento sostenibile certificato ISO 20121 a Verona – spiega Lorenzo Orlandi, consulente ambientale dell’evento -; quella di ridurre le bottiglie di plastica è una buona pratica che permetterà di coinvolgere il pubblico e spingerlo verso comportamenti più sostenibili anche nella quotidianità”.

Grande l’impegno di Acque Veronesi per realizzare gli allacciamenti e installare gli erogatori, ma come ci hanno spiegato il Vicepresidente di Acque Veronesi e il direttore Generale, gli sforzi valgono il messaggio importante che si vuole trasmettere.

Il direttore generale di Acque Veronesi, Silvio Peroni, afferma: “Quella della plastic free è una buona pratica che sempre più persone stanno adottando e anche a Verona questa sensibilità si sta diffondendo”.

 
 
Avatar
Classe '93, idealista per scelta, decido di laurearmi in Lettere e di seguito in Editoria e giornalismo all’Università di Verona. Adoro leggere e collezionare libri antichi che cerco in modo quasi maniacale nei mercatini di tutta Italia. La curiosità mi trascina sempre alla ricerca di storie da raccontare e al giornalismo affianco la passione per la fotografia convinta che le immagini possano descrivere con immediatezza la nostra realtà. Pratico judo da tanti anni nella speranza di diventare, se non invicibile, almeno più saggia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here