‘In labore requies’. L’arte e la natura dei Giardini Giusti raccontano il Lavoro – IL PROGRAMMA

 
 

E’ il lavoro, nelle sue diverse accezioni, il filo conduttore del nuovo corso di formazione proposto dall’associazione culturale CTG la Fenice in collaborazione con Giardino Giusti.

Dal 30 settembre fino a maggio 2021, le sale di Giardino Giusti ospiteranno lezioni e conferenze per approfondire il tema del lavoro attraverso l’inedito punto di vista dell’arte, raccontata da relatori esperti, docenti e rappresentanti dell’Amministrazione comunale.

Tra il calendario di appuntamenti, che si terranno ogni mercoledì dalle 20.45 alle 22.15, anche molte lezioni in esterna, con visite guidate a palazzi storici e chiese cittadine ma anche momenti culturali fuori Verona.

Il lavoro nell’arte dell’Occidente cristiano, i cantieri e le maestranze medievali, la lavorazione del vetro di Murano nel Rinascimento, il setificio a Verona tra età moderna e contemporanea, la concezione del lavoro nella Commedia dantesca, questi solo alcuni dei focus in programma.

Al termine degli incontri, patrocinati dal Comune, verrà rilasciato un attestato di partecipazione. La rassegna è stata presentata questa mattina dall’assessore alla Cultura Francesca Briani, insieme alla fondatrice del gruppo CTG La Fenice Paola Pisani.

Presenti anche i docenti e soci dell’associazione Daniela Zumiani, Mauro Cova, Maurizio D’Alessandri, Luigi Valitutti, oltre a don Maurizio Viviani e alla direttrice di Giardino Giusti Francesca Trentini. “Un tema, quello del lavoro, quanto mai attuale – ha detto l’assessore Briani -. Questo progetto contribuisce a riflettere sul suo valore attraverso la chiave inedita dell’arte e della cultura. Un programma davvero ricco di contributi, ringrazio l’associazione CTG La Fenice per l’articolata rassegna e Giardino Giusti per promuovere occasioni di questo tipo“.

Per informazioni e iscrizioni è possibile contattare il numero 348/8965919 o scrivere all’indirizzo e-mail [email protected]

 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here