Un salto “digitale” nel tempo di oltre 200 anni. A Palazzo Erbisti arrivano gli scatti di “VeDi”

 
 

Verrà inaugurata venerdì 22 marzo alle ore 18 all’Accademia di Agricoltura Scienze e Lettere di Verona, Palazzo Erbisti in via Leoncino 6, l’esposizione fotograficaVeDi – Verona Documenting Images”.

Si tratta dell’imprinting del progetto realizzato dall’Accademia e sostenuto da Fondazione Cariverona sulla digitalizzazione, riordino e valorizzazione delle stampe che ritraggono Verona e il suo territorio attraverso i monumenti, le vedute e la cartografia tra il Settecento e l’Ottocento, appartenenti al Fondo Carlotti. “Questo fondo – precisa Claudio Carcereri, presidente dell’Accademia – proviene da una donazione del marchese Felice Carlotti di Riparbella (1900-1987) all’Accademia ed è composto in gran parte da edizioni tutte attinenti Verona e la sua provincia dal 1500 al 1900”.

Un patrimonio di 800 immagini, in mostra ve ne saranno 40, appena digitalizzate dalle quali è possibile individuare lo sviluppo della città confrontando i diversi periodi. Attraverso la descrizione fornita dalle immagini si può comprendere anche la forma urbis ed è possibile evidenziarne le trasformazioni.

La mostra sarà presentata da Francesca Rossi, Direttrice dei Musei Civici di Verona e socio corrispondente dell’Accademia. “Le attività di censimento e catalogazione“, afferma Francesca Rossi, “sono fondamentali per far conoscere il patrimonio artistico. Realtà culturali veronesi storiche come l’Accademia custodiscono archivi di grande importanza per la memoria cittadina. La pregevole collezione iconografica di stampe che è stata studiata grazie al progetto che abbiamo il piacere di vedere realizzato è testimonianza della forte identità di una comunità che si riconosce intimamente con l’immagine di luoghi simbolo della sua città come l’Anfiteatro Arena, l’ansa dell’Adige, le mura, le torri”.

Il progetto VeDI, Verona Documenting Images”, tiene a precisare Claudio Carcereri de Prati, “oltre a rendere disponibile in modo permanente questo tipo di materiale è sicuramente un ritorno d’immagine per Verona in quanto le riproduzioni – gli originali possono essere visionati presso la nostra sede – verranno rese accessibili e fruibili a studiosi del territorio, ma anche ad aziende e giornalisti in modo semplice e immediato con i nuovi strumenti digitali”.

All’inaugurazione della mostra saranno presenti Alessandro Mazzucco, Presidente della Fondazione Cariverona, e Francesca Briani, Assessore alla cultura del Comune di Verona.

L’esposizione, a ingresso gratuito, sarà visitabile fino al 24 maggio 2019 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13 (il pomeriggio su appuntamento)

 
 
Avatar
29 anni, parte di questi trascorsi, inutilmente, nel tentativo di scrivere una biografia seria e sensata. Ma forse questa è la volta buona (lo dico sempre!). Italiano e veronese, amante della comunicazione con ogni mezzo e a (quasi) ogni costo. Parlo tanto e volentieri, di politica e di sport. Talvolta a proposito, talaltra vabbé, pazienza. Hellas Verona nelle arterie, musica jazz, il buon vino e le parole di un caro amico al momento giusto. Con la famiglia di VeronaNews per dare il meglio di me alla città che più amo al mondo. Comunico. Rifletto. Combatto. Edito. Suono. Non necessariamente in quest'ordine. 🇮🇹

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here