Mazda nero-bianco polvere. I Carabinieri fermano 2 spacciatori, uno è un “veterano”.

 
 

Nella serata di ieri, durante un normale servizio perlustrativo operato in via Colombo dalle pattuglie della Sezione Radiomobile di Verona, un’auto ha attirato l’attenzione dei militari: questi ultimi, forti dell’esperienza operativa maturata negli anni, e di un grande intuito investigativo, hanno infatti incrociato una Mazda nera con due uomini a bordo dall’aspetto “sospetto”.
A quel punto, fatta inversione di marcia per controllarli, il dubbio che ci fosse qualcosa di strano è diventato certezza: l’auto ha aumentato l’andatura, oltrepassando il semaforo con il rosso, e arrivando fino alla farmacia di via da Mosto, punto nel quale il passeggero è sceso in tutta fretta.
Questo non ha ovviamente scoraggiato i carabinieri che, già in pieno inseguimento, sono scesi a loro volta dall’auto identificando i due, entrambi risultati pluripregiudicati.

In particolare, l’uomo che con passo spedito si stava allontanando dall’auto per recarsi apparentemente in farmacia, classe 58, veronese, era anche notevolmente claudicante, ma nonostante ciò ha provato fino alla fine a sfuggire al controllo velocizzando il passo. A nulla è valso il suo sforzo: in pochi secondi i militari erano parati davanti a lui, per chiederne i documenti.

L’uomo ha cominciato ad agitarsi e tremare, così ne è seguita una perquisizione personale (dati anche i numerosi precedenti penali verificati nell’immediatezza in banca dati) che ha dato esito positivo: ben tre involucri in cellophane, uno da 80 grammi e due da 55 grammi circa di cocaina, erano occultati nelle tasche dei pantaloni, insieme a banconote sparse nelle stesse tasche, per un totale di circa 190€.
Il tutto veniva sequestrato, anche un telefono cellulare che durante e dopo tutto il controllo non ha mai smesso di squillare, poiché ritenuto provento dell’attività illecita di spaccio. L’altro soggetto, il conducente dell’auto, non aveva droga con sè.
A quel punto, i militari della sezione radiomobile hanno tratto in arresto il veronese per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’uomo è stato associato al carcere di Montorio. Oggi L’udienza ha convalidato l’arresto e applicato la misura della custodia cautelare in carcere.

 
 
Avatar
30 anni, parte di questi trascorsi inutilmente nel tentativo di scrivere una biografia seria e sensata. Forse questa è la volta buona (lo dico sempre!). Italiano e veronese, amante della comunicazione con ogni mezzo e a (quasi) ogni costo. Hellas Verona nelle arterie, musica jazz e le parole di un caro amico al momento giusto. Con la famiglia di VeronaNews per dare il meglio di me alla città che più amo al mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here