Rieccoti, Consolini! Nel trofeo “Beatrice Beghini” la corsa dei “Grande Sfida”

 
 

E’ toccato ai ragazzi della Grande Sfida l’onore di correre per primi sulla nuova pista di atletica del Consolini.

Il 20° trofeo “Beatrice Beghini” è stato infatti l’occasione per inaugurare ufficialmente la pista, utilizzata in realtà già da qualche mese ma completata solo nei giorni scorsi con le righe bianche che segnano le corsie.
Inaugurato lo scorso dicembre dopo i lavori di riqualificazione, il centro sportivo Consolini di Basso Acquar è ora un impianto completamente rinnovato, e torna ad ospitare tornei e manifestazioni sportive locali ma anche di livello nazionale.

Oggi, sulla pista, si sono confrontati atleti di tutta la provincia, da Affi, Legnago, Bovolone, Illasi, Sommacampagna, San Bonifacio, per citarne alcuni.
Tra loro anche molti ragazzi con disabilità, che hanno gareggiato insieme a molti volontari e studenti nelle prove di velocità, salto in lungo, tiro del vortex e nella staffetta.
Tra i giovani atleti festanti, anche l’assessore allo Sport Filippo Rando, che ha voluto essere presente al momento del taglio del nastro.

Ora possiamo veramente dire che la pista di atletica è completata – ha detto Rando -, ultimata in tutti i dettagli e perfettamente utilizzabile. Questo impianto è un fiore all’occhiello dello sport veronese, unico centro sportivo di Verona dedicato completamente all’atletica leggera. Bene che sia utilizzato da tutte le realtà sportive, con giornate di sana competizione, ma anche di festa e divertimento”.

Nel complesso, i lavori sul Consolini, sono stati realizzati dal Comune con una spesa di 480 mila euro. Rifatti i 400 metri ovali della pista, con la posa di un manto colato al posto del precedente in tessuto, nuove anche le postazioni per il lancio del disco, del martello e del giavellotto, come l’area dedicata al lancio dell’asta e al salto in alto.

 
 
32 anni, parte di questi trascorsi inutilmente nel tentativo di scrivere una biografia seria e sensata. Forse questa è la volta buona (lo dico sempre!). Italiano e veronese, amante della comunicazione con ogni mezzo e a (quasi) ogni costo. Hellas Verona nelle arterie, musica jazz e le parole di un caro amico al momento giusto. Con la famiglia di VeronaNews per dare il meglio di me alla città che più amo al mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here