Dice “io NON resto a casa”. Spacciatore con daspo fugge in bicicletta; arrestato (un’altra volta).

 
 

I Carabinieri della Compagnia di Verona, nella tarda serata di ieri, hanno rintracciato un noto spacciatore a carico del quale pendeva una misura carceraria.

Di fatto, K.S., 32enne, tunisino, pregiucato, s.f.d., dopo una serie di reiterate violazioni della misura custodiale del divieto di dimora nella provincia scaligera, emessa il 18.6.2020 dal Tribunale di Verona a seguito di convalida di arresto per spaccio di eroina, è stato recentemente gravato della custodia in carcere.

Ricercato da alcuni giorni dagli equipaggi della Sezione Radiomobile, nel pomeriggio di ieri è stato visto da un carabiniere libero dal servizio che ha allertato i colleghi al 112.

L’imputato, in sella alla sua bicicletta, accortosi di essere seguito da una persona in borghese tentava di dileguarsi ma l’immediato intervento congiunto della gazzella e del carabiniere che non lo ha perso di vista hanno permesso di bloccarlo e condurlo in Centrale.

Terminate le formalità di rito lo spacciatore è stato tradotto in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 
 
Avatar
30 anni, parte di questi trascorsi inutilmente nel tentativo di scrivere una biografia seria e sensata. Forse questa è la volta buona (lo dico sempre!). Italiano e veronese, amante della comunicazione con ogni mezzo e a (quasi) ogni costo. Hellas Verona nelle arterie, musica jazz e le parole di un caro amico al momento giusto. Con la famiglia di VeronaNews per dare il meglio di me alla città che più amo al mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here