“Rivoluzione costante” ATER Verona; le novità raccontate nell’incontro con i sindaci della provincia

 
 

È proprio il Presidente di ATER Verona, Enrico Corsi, a dare il via ai lavori della nuova conferenza-riunione che ha chiamato a sé moltissimi sindaci della nostra provincia.
Sala gremita, sia nei posti riservati al pubblico che fra i relatori; assieme a Corsi hanno presenziato anche il vicepresidente di ATER Giovanni Pesenato e il Consigliere di Amministrazione Claudio Righetti, assieme al Dirigente Incaricato Elena Ballini.

È stata così trasmessa una prima comunicazione di quella che viene chiamata la “rivoluzione” all’interno (e all’esterno) dell’Azienda Territoriale dell’Edilizia Residenziale.
Si parte con le nuove procedure di gestione e assegnazione degli alloggi, nonché la loro riorganizzazione al fine di un rapporto di proficua collaborazione.

Di seguito alcuni punti operativi contenuti nel comunicato stampa diramato questa mattina:

“I) Nel biennio 2017/2018, attraverso una specifica razionalizzazione delle spese, abbiamo ottenuto un risparmio del 10% sulle spese di gestione dell’Azienda.
II) Si è cambiato il sistema delle gare d’appalto, introducendo una maggior rotazione delle aziende, agevolando quelle operanti sul territorio.
III) Abbiamo realizzato un nuovo ingresso, sul lato nobile di ATER, e istituito il servizio di Call Center, che gestisce dal 2 di ottobre tutte le chiamate, registrandole su apposito programma.
IV) Il monitoraggio delle morosità è stato implementato con nuovi regolamenti che consentiranno di razionalizzare i costi e di responsabilizzare gli assegnatari, in un rapporto più organico con gli amministratori. Inoltre – conclude il comunicato – sarà predisposta la nuova Carta dei Servizi e un preciso Catasto di tutte le locazioni”.

Nel nostro servizio tutti i dettagli aggiuntivi contenuti nella relazione finale di ATER.

 
 
29 anni, parte di questi trascorsi, inutilmente, nel tentativo di scrivere una biografia seria e sensata. Ma forse questa è la volta buona (lo dico sempre!). Italiano e veronese, amante della comunicazione con ogni mezzo e a (quasi) ogni costo. Il mio preferito? La radio. Parlo tanto e volentieri, di politica e di sport. Talvolta a proposito, talaltra vabbé, pazienza. Hellas Verona nelle arterie, musica jazz, il buon vino e le parole di un caro amico al momento giusto. Con la famiglia di VeronaNews per dare il meglio di me alla città che più amo al mondo. Comunico. Rifletto. Combatto. Non necessariamente in quest'ordine. 🇮🇹

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here