Una città “modello urbanistico di recupero e riconversione”; la Georgia celebra Verona

 
 

Lo sviluppo e la conservazione urbanistica di Verona fanno scuola.
La nostra città è stata infatti scelta dal comune di Batumi, capoluogo della repubblica autonoma di Ajara in Georgia, come riferimento urbanistico per il recupero e la riconversione del suo centro abitato.

Per un confronto sul tema sono stati in visita, oggi, a Palazzo Barbieri, due autorità della repubblica autonoma asiatica, Tinatin Zoidze e Davit Zoidze. Ad accompagnarli alcuni rappresentanti istituzionali e tecnici del comune della città di Batumi. Il gruppo è stato incontrato dal vice sindaco e assessore ai Lavori pubblici Luca Zanotto insieme all’architetto Viviana Tagetto, responsabile della direzione Edilizia monumentale e civile del comune, e al suo staff tecnico.

Per noi è motivo di orgoglio essere un esempio in ambito urbanistico – spiega Zanotto – e siamo felici di poterli aiutare in questa nuova fase di sviluppo. In particolare, prendendo spunto anche dall’assetto urbano della nostra città, di riuscire a riconvertire ed avvicinare, a Batumi, due area di edificato molto diverse tra loro. Da una parte, zone con case dei primi del ‘900, per la maggior parte in disuso e in forte degrado, dall’altra, quartieri moderni con grattaceli di venticinque piani. Una sfida che siamo lieti di poter condividere, fornendo informazioni sul nostro quadro normativo e sulle scelte urbanistiche che hanno portato all’attuale assetto della città”.

 
 
32 anni, parte di questi trascorsi inutilmente nel tentativo di scrivere una biografia seria e sensata. Forse questa è la volta buona (lo dico sempre!). Italiano e veronese, amante della comunicazione con ogni mezzo e a (quasi) ogni costo. Hellas Verona nelle arterie, musica jazz e le parole di un caro amico al momento giusto. Con la famiglia di VeronaNews per dare il meglio di me alla città che più amo al mondo.

1 COMMENTO

  1. Già! Peccato che Verona abbia paura dei grattacieli ( farebbero un figurone a Vr Sud). Avrei preferito i londinesi o i parigini o i berlinesi ecc. con tutto rispetto per gli amici georgiani

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here