Ciclovia del Garda: approvato accordo per realizzazione primo lotto da Peschiera a Lazise

 
 

Regione del Veneto, i Comuni di Peschiera del Garda, Castelnuovo del Garda, Lazise e Veneto Strade S.p.A. sottoscriveranno un accordo finalizzato alla progettazione definitiva ed esecutiva e realizzazione del 1° lotto funzionale della Ciclovia del Garda, cioè il tratto fra Peschiera del Garda e Lazise.


La Ciclovia del Garda consiste in un anello ciclo-pedonale attraverso Veneto, Trentino Alto Adige e Lombardia, le tre Regioni bagnate dal Lago di Garda, per un totale di 140 km. Nella provincia di Verona il percorso sarà lungo circa 69 chilometri, attraverserà i territori di Peschiera del Garda, Castelnuovo del Garda, Lazise, Bardolino, Garda, Torri del Benaco, Brenzone, Malcesine, e andrà ad interconnettersi anche con il tracciato della futura Ciclovia del Sole.

Nello specifico, l’intesa porterà alla realizzazione del collegamento ciclopedonale fra i Comuni di Peschiera del Garda (VR), Castelnuovo del Garda (VR) e Lazise (VR) e il passaggio sopraelevato sul fiume Mincio in territorio di Peschiera del Garda, che garantirà una vista panoramica sulle mura realizzate dalla Repubblica Serenissima, riconosciute Patrimonio Unesco. Il costo complessivo di questo primo lotto funzionale è stimato in circa 5,9 milioni di euro.

Considerato l’enorme valore aggiunto che la ciclovia conferirà alla valorizzazione della destinazione turistica del Lago di Garda, l’amministrazione di Peschiera cofinanzierà la realizzazione della passerella sul fiume Mincio con 300.000 euro, a fronte di un importo previsto di circa 1 milione. Allo stesso modo, anche i Comuni di Castelnuovo del Garda e Lazise si sono impegnati a destinare in futuro risorse per i lavori di esecuzione del lotto funzionale, ognuno per il proprio tratto di competenza.   

La restante quota di risorse necessarie alla realizzazione di questa parte di ciclovia del Garda sarà erogata da parte dalla Regione Veneto per un importo pari a circa 5 milioni di euro, già messi a disposizione da parte del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili.

Secondo l’accordo di programma, i tre comuni firmatari dovranno espletare le procedure di competenza, in particolare urbanistiche, necessarie alla redazione e all’approvazione del progetto definitivo ed esecutivo. Dovranno reperire le risorse per il cofinanziamento dell’intervento e farsi carico della gestione e manutenzione dell’opera una volta ultimata. A Veneto Strade spettano invece la progettazione definitiva ed esecutiva per realizzare l’opera.

Alberto Speciale

 
 
Classe 1964. Ariete. Marito e padre. Lavoro come responsabile amministrativo e finanziario in una società privata di Verona. Sono persona curiosa ed amante della trasparenza. Caparbio e tenace. Lettore. Pensatore. Sognatore. Da poco anche narratore di fatti e costumi che accadono o che potrebbero accadere nella nostra città. Difensore dei diritti ambientali, il che mi ha procurato un atto di citazione milionario. Ex triatleta in attesa di un radioso ritorno allo sport.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here