Da Palazzo Barbieri parte “l’era Cafagna”; ecco l’incontro con il sindaco Sboarina

 
 

Come primo atto ufficiale ha voluto incontrare il sindaco, per rimarcare la totale collaborazione tra Prefettura e Comune e proseguire nel percorso già tracciato.
Sono iniziati proprio da Palazzo Barbieri gli incontri istituzionali del nuovo Prefetto di Verona, Donato Cafagna, entrato in servizio ufficialmente pochi gironi fa.

Un incontro informale, quello di oggi tra il sindaco Federico Sboarina e il Prefetto Cafagna, che però è servito a mettere nero su bianco l’intenzione di proseguire quel tavolo di lavoro che vede impegnati a 360 gradi Comune, Prefettura e Forze dell’Ordine. Al momento ufficiale è seguito un breve incontro riservato tra i due.

Non posso che essere contento della scelta fatta con la nomina del nuovo Prefetto – ha detto il sindaco -. Un profilo importante, di grande spessore, il Prefetto Cafagna in tempi recenti si è occupato anche di ecomafia, un tema che mi sta particolarmente a cuore, visto anche il grande lavoro effettuato negli ultimi anni per contrastare le infiltrazioni mafiose presenti sul territorio. Il messaggio deve essere forte e chiaro: qui la mafia non ci può stare. Come non c’è spazio per qualsiasi altra forma di corruzione o per chi non rispetta le regole. Col nuovo Prefetto proseguiremo quindi il dialogo e il confronto costanti su tutti i temi legati alla sicurezza della città e dei suoi abitanti”.

Ringrazio il sindaco per l’accoglienza di oggi e per le belle parole nell’immediatezza della nomina – ha detto il Prefetto Cafagna -. Sono davvero felice di essere in questa bellissima città, in cui si sente forte l’impegno delle istituzioni, a cominciare del Comune. Ecco perché ho voluto incontrare per primo il sindaco Sboarina, per sottolineare la volontà di proseguire quel tavolo di lavoro che vede seduti insieme Comune, Prefettura e Forze dell’Ordine.

 
 
Avatar
30 anni, parte di questi trascorsi, inutilmente, nel tentativo di scrivere una biografia seria e sensata. Ma forse questa è la volta buona (lo dico sempre!). Italiano e veronese, amante della comunicazione con ogni mezzo e a (quasi) ogni costo. Parlo tanto e volentieri, di politica e di sport. Talvolta a proposito, talaltra vabbé, pazienza. Hellas Verona nelle arterie, musica jazz, il buon vino e le parole di un caro amico al momento giusto. Con la famiglia di VeronaNews per dare il meglio di me alla città che più amo al mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here