Regione Veneto: approvato ‘Piano di monitoraggio SARS-CoV-2’ nelle scuole primarie e secondarie

 
 

Regione Veneto: aprovato il “Piano per il monitoraggio della circolazione di SARS-CoV-2 nelle scuole primarie e secondarie della Regione Veneto per l’anno scolastico 2021/2022”.


Con Deliberazione n. 1343 del 05 ottobre 2021 (BUR n. 139 del 19 ottobre 2021) la Giunta regionale approva il “Piano per il monitoraggio della circolazione di SARS-CoV-2 nelle scuole primarie e secondarie della Regione Veneto per l’anno scolastico 2021/202”.

L’Istituto Superiore di Sanità, il Ministero della Salute, il Ministero dell’Istruzione, l’INAIL e la Fondazione Bruno Kessler, in collaborazione con il Commissario Straordinario per l’Emergenza Covid-19, hanno elaborato il Rapporto “Indicazioni strategiche ad interim per la prevenzione e il controllo delle infezioni da SARS-CoV-2 in ambito scolastico (a.s. 2021-2022)”.

E’ stato inoltre messo a punto il “Piano di monitoraggio della circolazione di SARS-CoV-2”, destinato alla scuola primaria e secondaria di primo grado, al fine di sorvegliare, attraverso una “rete di scuole sentinella”, individuate dalle autorità sanitarie regionali in collaborazione con gli uffici scolastici, la diffusione del virus in ambito scolastico anche in soggetti asintomatici, che prevede l’esecuzione di test molecolari salivari condotti, su base volontaria, su alunni (6-14 anni).

Il Ministero della Salute, con la Circolare del 24/09/2021, ha provveduto ad aggiornare le indicazioni sull’impiego dei test salivari per il rilevamento dell’infezione da SARS-CoV-2, con particolare riferimento al monitoraggio della circolazione virale in ambito scolastico. Nella Circolare infatti si evidenzia che il test molecolare su campione respiratorio nasofaringeo e orofaringeo resta, tuttora, il gold standard internazionale per la diagnosi di COVID-19 in termini di sensibilità e specificità, recenti evidenze scientifiche sui test salivari molecolari hanno individuato valori di sensibilità compresi tra il 77% e il 93% e alcuni studi condotti in ambito scolastico hanno riportato una elevata concordanza tra i risultati ottenuti con test molecolare salivare e con test molecolare su campione nasofaringeo e orofaringeo.

La Regione Veneto – Direzione Prevenzione, Sicurezza Alimentare, Veterinaria – in linea con le indicazioni nazionali, ha elaborato il “Piano per il monitoraggio della circolazione di SARS-CoV-2 nelle scuole primarie e secondarie della Regione Veneto (anno scolastico 2021/2022)”, approvato dalla Giunta Regionale, Allegato “A”.

Le azioni di sanità pubblica previste dal Piano regionale forniscono un supporto alle altre attività di monitoraggio della circolazione del virus sul territorio nazionale e regionale, contribuendo, insieme alle misure già previste, a controllare la circolazione virale, a ridurre il rischio di trasmissione nella comunità scolastica e ad incentivare interventi mirati di sorveglianza volti a intercettare precocemente eventuali casi positivi.

Il modello “Scuole Sentinella”, già oggetto di esperienza nella Regione del Veneto nello scorso anno scolastico, consentirà il monitoraggio di un campione significativo, che soddisfi la numerosità prevista dalle indicazioni nazionali.

Le Aziende ULSS del Veneto dovranno affiancare, se necessario i Dirigenti Scolastici e i Referenti degli Istituti coinvolti nella presentazione del progetto e nelle necessarie attività informative rivolte agli studenti e ai genitori, anche utilizzando il materiale informativo ed esplicativo predisposto. Inoltre, dovranno distribuire i kit dei test salivari alle “Scuole Sentinella” e ritirare i campioni raccolti dagli studenti che hanno aderito alla campagna di monitoraggio, trasportarli in laboratorio e restituire l’esito del test ai genitori e agli studenti con le consuete modalità.

Il monitoraggio descritto nel Piano regionale si svolgerà nell’arco dell’anno scolastico 2021/2022.

Le operazioni di approvvigionamento dei materiali necessari per la raccolta dei campioni e l’effettuazione dei test nella fascia di età 6-14 anni sarà supportata, in maniera diretta con la fornitura o mediante ristoro finanziario dei costi, dalla Struttura Commissariale per l’emergenza COVID-19, su mandato del Governo. La stessa distribuirà i dispositivi necessari alle Regioni in relazione al fabbisogno definito.

Alberto Speciale

 
 
Classe 1964. Ariete. Marito e padre. Lavoro come responsabile amministrativo e finanziario in una società privata di Verona. Sono persona curiosa ed amante della trasparenza. Caparbio e tenace. Lettore. Pensatore. Sognatore. Da poco anche narratore di fatti e costumi che accadono o che potrebbero accadere nella nostra città. Difensore dei diritti ambientali, il che mi ha procurato un atto di citazione milionario. Ex triatleta in attesa di un radioso ritorno allo sport.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here