Utero in Affitto, il centrodestra stuzzica ancora Tommasi

 
 

«Per il centrodestra la maternità surrogata è un’aberrazione e dev’essere considerata “reato universale”, come ha votato a maggioranza la Commissione Giustizia della Camera, dove però Pd e Movimento 5 Stelle – sostenitori principali del candidato Damiano Tommasi – hanno espresso la loro contrarietà. La pratica dell’utero in affitto è un business immorale che ogni anno frutta miliardi, che offende la dignità della donna e ne lede gravemente il corpo e la psiche. Temi di tale importanza devono essere affrontati da chi si candida ad amministrare una città, e noi siamo disponibili a un confronto pacato su un piano prettamente laico nell’interesse dei cittadini che tra un mese e mezzo saranno chiamati a scegliere chi li rappresenterà per i prossimi 5 anni. Sarebbe un apprezzabile atto di trasparenza se Tommasi, in attesa di conoscere la sua visione amministrativa della città, si esprimesse sul tema, come ha fatto in questo mandato in modo univoco la maggioranza di Palazzo Barbieri».

Queste le dichiarazioni di Rosario Russo, consigliere comunale di Battiti per Verona Domani, di rimbalzo ai dubbi della capogruppo di Fratelli d’Italia Maria Fiore Adami circa la posizione del candidato Sindaco Damiano Tommasi sulla questione degli “uteri in affitto”.

A Rosario Russo fa eco Filippo Grigolini di Verona al Centro, che rilancia individuando “ambiguo il silenzio di Tommasi” e contemporaneamente chiedendosi quale sia la posizione di Giorgio Pasetto, di Area Liberal

“L’ambiguo silenzio di Damiano Tommasi sul drammatico tema dell’utero in affitto, vile pratica dì sfruttamento del corpo della donna – chiarisce Grigolini -, svela ancora una volta la foglia dì fico che rappresenta la candidatura dell’inerte ed impalpabile candidato, che mai si espone sui (moltissimi) temi che a ogni brezza leggera rischiano di spaccare la sinistra a suo sostegno. La lettera di Fassina, che guarda caso, su Avvenire, si sente in dovere dì interloquire con il mondo cattolico, non fa altro che certificare lo sfaldamento etico e morale dì una sinistra ormai iper liberista e libertaria, dal tema odierno dello sfruttamento delle donne fino a quello delle droghe libere e, rappresentato convintamente dai radicali di Pasetto. Verona, per le sue famiglie e i suoi giovani, merita chiarezza sui temi fondamentali della vita e dell’etica”.

 

 
 

1 COMMENTO

  1. Un articolo che definirlo propagandistico è quasi poco. Ma vergognose sono immagini e titolo. La sensibilità di questa redazione è sempre sconvolgente. Per un tema complesso che tra l’altro ad una elezione amministrativa conta poco. Meglio parlare di parchi pubblici e strade senza buche che il sindaco la legge italiana non la scrive.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here