Un inseguimento “stupefacente”; arrestato 23enne marocchino spacciatore.

 
 

Nei giorni scorsi la Guardia di Finanza di Verona, nell’ambito di un ordinario servizio di controllo del territorio – il cui dispositivo è stato rafforzato in questi giorni dal Comando Provinciale delle Fiamme Gialle in ragione delle festività pasquali e del correlato maggior afflusso di turisti – ha arrestato una persona di nazionalità marocchina per detenzione illecita di droga.

I Finanzieri, insospettiti dall’elevata velocità del veicolo condotto dall’arrestato, si sono posti al suo inseguimento lungo la strada Transpolesana. L’uomo, nel vano tentativo di sfuggire al controllo, all’altezza dell’uscita di Vallese di Oppeano, ha tentato di fuggire imboccando in velocità la direzione di Isola Rizza.

Nonostante le manovre spericolate del fuggitivo, i militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Verona, quasi a ridosso del centro abitato, sono riusciti a fermare l’auto e a recuperare poi un involucro lanciato dal finestrino dal conducente, con il chiaro intento di disfarsene. 

Il soggetto fermato, E.A. cittadino marocchino 23enne incensurato, all’atto del controllo del veicolo ha maldestramente tentato di camuffare le evidenti tracce di una sostanza polverosa e granulosa di colore biancastro che l’uomo ha poi ammesso essere proprio la cocaina di cui, poco prima, aveva tentato di disfarsi.

La contestuale perlustrazione a ritroso del tratto di strada percorso dal veicolo fermato ha consentito di recuperare il suddetto involucro, al cui interno è stata rinvenuta analoga sostanza stupefacente del peso complessivo di 313 grammi circa.

I militari hanno pertanto esteso le operazioni di controllo anche nei confronti dell’abitazione di E.A., all’esito delle quali sono stati rinvenuti quattro piccoli pezzi di sostanza stupefacente del tipo hashish, del peso complessivo di 4 grammi circa, occultati all’interno di un pacchetto di sigarette, nonché denaro in contante per 1.000 euro, riposti nella tasca di una giacca e 400 euro ritrovati nello scooter ad egli in uso, che i Finanzieri hanno sequestrato riconducendoli all’attività di spaccio del fermato, anche in ragione della mancanza di una sua occupazione lavorativa. 

L’uomo è stato arrestato per il reato di detenzione illecita di sostanze stupefacenti a fini di spaccio e resistenza a un pubblico ufficiale e tradotto presso la casa circondariale di Verona, dove resterà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ne ha già convalidato l’arresto (G.I.P. Dott. Ferraro).

Si stima che la droga sequestrata, complessivamente di ottima fattura, laddove fosse arrivata sul mercato del consumo avrebbe potuto fruttare non meno di centomila euro.

 
 
Avatar
29 anni, parte di questi trascorsi, inutilmente, nel tentativo di scrivere una biografia seria e sensata. Ma forse questa è la volta buona (lo dico sempre!). Italiano e veronese, amante della comunicazione con ogni mezzo e a (quasi) ogni costo. Parlo tanto e volentieri, di politica e di sport. Talvolta a proposito, talaltra vabbé, pazienza. Hellas Verona nelle arterie, musica jazz, il buon vino e le parole di un caro amico al momento giusto. Con la famiglia di VeronaNews per dare il meglio di me alla città che più amo al mondo. Comunico. Rifletto. Combatto. Edito. Suono. Non necessariamente in quest'ordine. 🇮🇹

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here