Tosi e i plateatici in Piazza Erbe: “La Giunta cestina il progetto per la realizzazione di strutture fisse”

 
 

Rimane aperta la questione dei plateatici in Piazza Erbe. Questa volta a riportarli all’attenzione è l’ex sindaco Flavio Tosi che accusa la nuova Giunta di aver cestinato il precedente progetto, già approvato e condiviso con la Soprintendenza, per la realizzazione di strutture fisse e coperte, senza proporre soluzioni alternative in termini di riordino e sicurezza.

Tosi, quando era sindaco nel 2016, aveva presentato un progetto (con lo studio Forti) per il riordino di Piazza Erbe con plateatici coperti e strutture fisse, allora condiviso dalla Soprintendenza, ma lamenta che: «Il progetto, che riguardava l’aspetto estetico e lavorativo, oltre che una maggior sicurezza contro le intemperie, è stato abbandonato senza che l’Amministrazione abbia proposto delle alternative».

«Poi c’è stato il cambio di soprintendente da Magani a Tinè e quest’ultimo non ne vuole sapere di strutture fisse, quindi a che cosa può servire il Concorso di Idee voluto dal Comune? A scegliere che nuovi ombrelloni mettere? – spiega Tosi -; ma la colpa non è certo sua, ma di una Giunta che aveva un progetto esecutivo pronto da marzo 2017 e che aspettava solo di essere trasformato in atto esecutivo. Siamo all’ennesimo stop di un progetto che sarebbe stato migliorativo per la città».

Il consigliere Alberto Bozza, lista Tosi, sottolinea inoltre: «Cestinare il progetto non solo vuol dire gettare via dei soldi, ma anche non rispettare il lavoro di una precedente amministrazione comunale e gli studi che erano stati fatti da professionisti, il tutto solo per una questione di appartenenza politica».

 
 
Avatar
Classe '93, idealista per scelta, decido di laurearmi in Lettere e di seguito in Editoria e giornalismo all’Università di Verona. Adoro leggere e collezionare libri antichi che cerco in modo quasi maniacale nei mercatini di tutta Italia. La curiosità mi trascina sempre alla ricerca di storie da raccontare e al giornalismo affianco la passione per la fotografia convinta che le immagini possano descrivere con immediatezza la nostra realtà. Pratico judo da tanti anni nella speranza di diventare, se non invicibile, almeno più saggia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here