Toponomastica: Mizzole, intitolazione “Area verde Michele e Tommaso” con posa targa a ricordo

 
 

La Giunta comunale nella seduta del 14 aprile 2022 (pubblicata il 4 maggio) ha approvato la proposta di intitolazione dell’“Area verde Michele e Tommaso”, sita a Mizzole in Via Danieli, in ricordo della tragedia che ha colpito i due bambini mentre giocavano sul tetto di una ghiacciaia in Lessinia. Previsto anche il posizionamento di una targa ricordo “Agli amici Michele e Tommaso”


Ricordiamo ancora oggi, tutti con il cuore ancora lacerato, che i due bambini, Michele Mazzucato e Tommaso Saggioro, nel luglio 2021 sono saliti per gioco su una vecchia ghiacciaia (buche scavate nel terreno, profonde pochi metri, coperte di lastre di pietra) nelle vicinanze di Malga Preta, a S. Anna d’Alfaedo, quando all’improvviso il tetto ha ceduto, facendoli precipitare, ed un grosso pezzo di marmo li ha travolti uccidendoli. Michele e Tommaso erano amici inseparabili e frequentavano la stessa scuola primaria di Mizzole dell’Istituto Comprensivo Statale di Montorio (IC 17).

La intitolazione dell’area verde a Michele Mazzucato e Tommaso Saggioro nasce a seguito dalla richista presentata, nell’agosto 2021, dalla Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo Statale Montorio, Paola Catanzaro, all’Amministrazione Comunale.

La Commissione Comunale Consultiva per la Toponomastica cittadina nella seduta del 16 marzo 2022 ha espresso parere favorevole per l’intitolazione dell’area verde, anche in assenza dei termini previsti, 10 anni dalla morte, deliberando di chiedere alla competente Prefettura la necessaria deroga.

     L’area verde dedicata ai due piccoli bambini è quella di Via Danieli, nel quartiere di Mizzole, e fa parte del “PUA/piano di lottizzazione in localita’ Mizzole sito in via Danieli/via Nicolini, Ato 7, circoscrizione 8, denominato “sorelle Dusi – Mizzole” .

Adesso la  delibera di Giunta è stata trasmessa, ai fini dell’acquisizione della prevista autorizzazione per l’istituzione di nuovi toponimi cittadini, al Signor Prefetto.

Alberto Speciale

 

 
 
Classe 1964. Ariete. Marito e padre. Lavoro come responsabile amministrativo e finanziario in una società privata di Verona. Sono persona curiosa ed amante della trasparenza. Caparbio e tenace. Lettore. Pensatore. Sognatore. Da poco anche narratore di fatti e costumi che accadono o che potrebbero accadere nella nostra città. Difensore dei diritti ambientali, il che mi ha procurato un atto di citazione milionario. Ex triatleta in attesa di un radioso ritorno allo sport.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here