Stretta sulle morosità; si intensifica la campagna di monitoraggio targata ATER

 
 

La mattinata di venerdì 4 maggio si apre con un cielo che non si risparmia in quanto a colori e toni. Uno scenario del tutto diverso rispetto a quanto nuovamente ribadito in “casa” ATER. All’interno dell’Azienda Territoriale dell’Edilizia Residenziale, nella sua sede di Piazza Pozza (quartiere S. Zeno) si è tenuta alle 11 una breve ma importante conferenza stampa.

Presenti il commissario straordinario Enrico Corsi e l’architetto Elena Ballini.
Come già comunicato nel corso della conferenza stampa di fine anno, l’ATER di Verona ha avviato una serie di controlli sul patrimonio e sulla regolarità delle locazioni. Grazie, anche, alla collaborazione della Polizia Municipale di Verona sono iniziati i primi controlli in località Fondo Frugose a San Michele Extra, dove l’ATER gestisce 200 appartamenti.

Oltre ai controlli presso i propri immobili – prosegue il comunicato stampa – si sta valutando di modificare le attuali procedure per il recupero delle morosità, sia per quanto riguarda i canoni di locazione che le spese condominiali che, nel caso di impianti centralizzati, quelle per il riscaldamento”.
Si procederà, pertanto, a dei controlli trimestrali in modo che gli interventi siano tempestivi, evitando l’accumulo di somme elevate.

 
 
Avatar
30 anni, parte di questi trascorsi inutilmente nel tentativo di scrivere una biografia seria e sensata. Forse questa è la volta buona (lo dico sempre!). Italiano e veronese, amante della comunicazione con ogni mezzo e a (quasi) ogni costo. Hellas Verona nelle arterie, musica jazz e le parole di un caro amico al momento giusto. Con la famiglia di VeronaNews per dare il meglio di me alla città che più amo al mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here