Stop centro anziani. Zavarise: “Siamo gli interessi dei cittadini, stop alla competizione”

 
 
Ordine del Giorno del consigliere Pomari presentato nel consiglio del 5 settembre e votato favorevolmente. Motivazioni assunte dalla Commissione urbanistica del 29 agosto sul diniego al progetti.

Questo l’incipit del testo con il quale il consiglio della III Circoscrizione ha ratificato, mercoledì sera, con 15 voti favorevoli e 1 astenuto, il parere espresso dalla commissione urbanistica della scorsa settimana, ovvero la bocciatura del progetto di realizzare una casa per anziani nel campetto (di proprietà privata) tra via Umbria e via Zorzi.
Soddisfatto il presidente della circoscrizione, Nicolò Zavarise (Lega): “Sappiamo che è diritto del proprietario presentare un progetto sul proprio terreno, ma come amministrazione abbiamo voluto assegnare priorità all’interesse pubblico di tutti coloro che da molto tempo usufruiscono di quello spazio verde come area di ristoro, svago, relax e anche per le attività parrocchiali.
Già la scorsa settimana – prosegue – la Commissione urbanistica si era espressa all’unanimità sul diniego al progetto in questione, motivando la propria decisione anche con criticità  viabilistiche, tra cui l’assenza di sufficiente parcheggio e l’aggravio del traffico, già sufficientemente impegnativo per l’alta densità residenziale e per l’adiacente impianto sportivo, pur suggerendo la costituzione di un tavolo di trattativa tra comune e privato per l’identificazione di un luogo idoneo, diverso dal campetto di via Zorzi ma di pari valore commerciale, ove permettere anche al privato di poter soddisfare i propri diritti.

L’intervento del presidente prosegue poi con una nota relativa al comportamento delle “opposizioni”.

Spiace notare che ci sia sempre qualcuno che debba fare il fenomeno per cercare un po’ di visibilità, specie in questo caso in cui la decisione presa è stata assunta all’unanimità. Amministrare non è una gara a prendersi il merito, l’interesse del cittadino è l’unica vera priorità per le istituzioni che rappresentiamo.
Alla fine del Consiglio, inoltre, è stata presentata e approvata una mozione da parte del presidente della Commissione urbanistica Dario Pomari (Lega), con allegata la documentazione relativa all’indagine ambientale realizzata sul terreno in questione, in cui lo si identifica come ex cava riempita con materiale di origine antropica.
Se questa situazione fosse confermata – conclude Zavarise – si potrebbe aprire una strada importante per ottenere il cambio di destinazione del terreno a parco urbano, in modo che si possa definitivamente confermare ciò che la Circoscrizione ha auspicato. Ora la palla passa al Consiglio comunale, organo sovrano che dovrà esprimere le proprie intenzioni
 
 
32 anni, parte di questi trascorsi inutilmente nel tentativo di scrivere una biografia seria e sensata. Forse questa è la volta buona (lo dico sempre!). Italiano e veronese, amante della comunicazione con ogni mezzo e a (quasi) ogni costo. Hellas Verona nelle arterie, musica jazz e le parole di un caro amico al momento giusto. Con la famiglia di VeronaNews per dare il meglio di me alla città che più amo al mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here