Scadenza “Bando LIFE”: Progetti urbani per ambiente e clima finanziati con fondi UE

 
 

Aperto il Bando LIFE, con una dotazione da 281 mln di euro, lo strumento di finanziamento dedicato all’ambiente e al clima che, nel corso degli ultimi decenni, ha fortemente favorito progetti verdi negli Stati membri dell’Unione europea.

La Commissione europea ha pubblicato il 4 aprile 2019 l’Invito a presentare proposte (Call for proposals) per l’anno 2019 del programma europeo LIFE, che si compone di due sottoprogrammi:

  1. Ambiente prevede tre settori di azione prioritari: Ambiente ed uso efficiente delle risorse; Natura e biodiversità; Governance e informazione in materia ambientale. L’Invito riguarda le sovvenzioni di azioni dei “progetti Tradizionali” (buone pratiche, pilota, dimostrativi, informazione, sensibilizzazione e divulgazione) e dei “progetti Integrati”.
  2. Azione per il clima prevede tre settori di azione prioritari: Mitigazione dei cambiamenti climatici; Adattamento ai cambiamenti climatici; Governance e informazione in materia di clima. L’Invito riguarda le sovvenzioni di azioni dei “progetti Tradizionali” (buone pratiche, pilota, dimostrativi, informazione, sensibilizzazione e divulgazione) e dei ” progetti Integrati”.

Si intende per “progetti Tradizionali” i progetti di buone pratiche, i progetti dimostrativi, i progetti pilota ed i progetti di informazione, sensibilizzazione e divulgazione di entrambi i sottoprogrammi (ENV e CLIMA).

Progetti di buone pratiche sono progetti che applicano tecniche, metodi e approcci adeguati, efficaci sotto il profilo economico e all’avanguardia, tenendo conto del contesto specifico del progetto.

Progetti Dimostrativi, sono progetti che mettono in pratica, sperimentano, valutano e diffondono azioni, metodologie o approcci che sono nuovi o sconosciuti nel contesto specifico del progetto, come ad esempio sul piano geografico, ecologico o socioeconomico, e che potrebbero essere applicati altrove in circostanze analoghe.

Progetti Pilota, sono progetti che applicano una tecnica o un metodo che non è stato applicato e testato/sperimentato prima, o altrove, e che offrono potenziali vantaggi ambientali o climatici rispetto alle attuali migliori pratiche e che possono essere applicati successivamente su scala più ampia in situazioni analoghe.

Progetti di informazione, sensibilizzazione e divulgazione, sono progetti volti a sostenere la comunicazione, la divulgazione di informazioni e la sensibilizzazione nell’ambito dei Sottoprogrammi Ambiente e l’Azione per il clima.

Nell’ambito dei due sottoprogrammi le sovvenzioni finanziano diverse categorie di azioni: maggiori info qui.

I candidati possono rientrare in tre diverse categorie di beneficiari:

1) Enti pubblici; 
2) Aziende private; 
3) Organizzazioni non a scopo di lucro, comprese le ONG.

Le proposte possono essere presentate da persone giuridiche aventi sede legale nell’Unione europea. 
Per predisporre le proprie proposte progettuali i proponenti devono utilizzare i documenti contenuti nei “fascicoli di candidatura” disponibili in formato compresso (.zip). Ogni fascicolo contiene per ciascuna tipologia progettuale e settore prioritario spiegazioni complete e dettagliate per aderire correttamente all’invito: maggiori info qui. Utili anche le FAQ predisposte dalla Commissione europea.

Anche quest’anno è prevista la metodologia di presentazione a due fasi  per i progetti “Tradizionali” del Sottoprogramma Ambiente e “Integrati” del Sottoprogramma Ambiente Azione per il Clima. La descrizione della procedura in due fasi è contenuta nel Programma di Lavoro Pluriennale 2018-2020 e nelle Linee Guida per i Candidati (Guidelines for Applicants) dei candidati dei progetti Ambiente ed uso efficiente delle risorse, Natura e Biodiversità e Governance e Informazione contenute nel Fascicolo di candidatura.
Tutte le categorie dei progetti devono essere di interesse per l’UE e apportare un contributo significativo al raggiungimento degli obiettivi del programma, devono essere tecnicamente e finanziariamente coerenti e devono essere efficienti sotto il profilo dei costi.

Per le sovvenzioni di azioni dei progetti tradizionali per il 2019 sono stati stanziati  282.660.000 Euro (224.960.000 Euro per il Sottoprogramma Ambiente e 57.700.000 Euro per il Sottoprogramma Azione per il Clima). Almeno il 60,5% delle risorse di bilancio dedicate a progetti sostenuti mediante sovvenzioni di azioni nel Sottoprogramma Ambiente sarà destinato a progetti per la conservazione della Natura e della Biodiversità. La dotazione per i Progetti integrati invece è pari a 97 Milioni di Euro per il Sottoprogramma Ambiente26 Milioni di Euro per il Sottoprogramma Azione per il Clima. Non vi è un limite di richiesta di contributo del programma.

Sono previste scadenze diverse per le azioni del programma, e differenti modalità di invio (maggiori info qui).

Per i progetti “Tradizionali” è necessario creare e sottomettere le proposte utilizzando lo strumento on- line “eProposal”attraverso il portale ECAS.  Per accedere al portale è necessario cliccare su questo link: https://webgate.ec.europa.eu/eproposalWeb/

Il programma di lavoro 2018-2020 contiene preziose informazioni per i candidati, così come il sito ufficiale LIFE e il punto di contatto italiano del programma.

Nel caso di una valutazione positiva, la cui notifica giungerà in ottobre 2019, i proponenti verranno invitati a partecipare alla seconda fase che richiede di elaborare e inviare entro febbraio 2020 il progetto completo (full proposal, normalmente di non meno di 60 pagine ma spesso di 100 pagine e oltre a seconda della grandezza del progetto) in una delle lingue ufficiali della Ue. Nel caso di progetti tradizionali sul clima, il bando prevede solamente l’invio di una proposta completa entro il 12 settembre 2019. L’impatto positivo sull’ambiente rispetto al costo è uno dei principali parametri preso in considerazione per la valutazione dei progetti, oltre ovviamente alla qualità tecnica e alla coerenza con le tematiche «favorite» da un punteggio maggiore (topic) indicate nel bando annuale.

Tra i topic di quest’anno del tema ambiente, troviamo alcuni molto attuali relativi all’acqua come le inondazioni, la siccità, l’inquinamento, l’ambiente marino e costiero, i rifiuti in mare, la gestione delle acque reflue e varie tematiche relative ai rifiuti quali la prevenzione, il riutilizzo, il riciclo, i rifiuti elettronici, plastici e organici, oltre alla gestione delle foreste, la riduzione del rumore in aree urbane e la mobilità sostenibile.
Per il tema natura saranno graditi anche progetti sugli impollinatori o sulla gestione privata dei terreni, che afferiscano a vari topic tra cui quelli legati al miglioramento della rete di aree naturali protette Natura 2000 o di specie in pericolo, all’ambiente marino, alle infrastrutture verdi, alle specie invasive o all’integrazione della biodiversità nelle decisioni economiche.
Per quanto riguarda i progetti sul clima, le novità di questo bando riguardano tra l’altro il miglioramento della resilienza delle infrastrutture pubbliche ai cambiamenti climatici, il miglioramento di sistemi di drenaggio rurali e urbani, la prevenzione dell’intrusione del cuneo salino nelle aree costiere, l’adattamento dell’agricoltura al cambio climatico e il contenimento delle specie aliene favorite dal cambio climatico.

Infine, alcuni giorni fa a Bruxelles sono stati premiati alcuni progetti LIFE recentemente conclusi, tra i finalisti:

  • il progetto LIFE Wolfalps, che ha ridotto i danni e i conflitti dovuti alla naturale espansione del lupo sulle alpi in Italia, Francia e Slovenia;
  • il progetto spagnolo LIFE Agrointegra, che ha dimostrato la possibilità di dimezzare l’uso dei pesticidi per contrastare i parassiti in agricoltura, utilizzando predatori naturali, colture di copertura e altri metodi;
  • il progetto LIFE green gas network, che in Lombardia ha ridotto del 6% le perdite di gas serra dalle reti di distribuzione di gas, con un nuovo sistema di gestione della pressione.

Alberto Speciale

———-

Qui il programma pluriennale: programma_lavoro_pluriennale_2018_2020

Cliccate qui LIFE Governance ed informazione ambientale (zip, 2.330 MB), per conoscere nel dettaglio le casistiche di cui sopra e le tempistiche della procedura che i proponenti italiani devono seguire per richiedere il sostegno formale della DG PNM (Modulo A8) o la sua partecipazione alle proposte progettuali in qualità di beneficiario associato (Modulo A4).

Cronoprogramma indicativo dei progetti tradizionali del Sottoprogramma Ambiente

4 Aprile 2019

Pubblicazione dell’Invito a presentare le proposte

17 Giugno 2019 ore 16.00
(ora locale di Bruxelles)

Scadenza presentazione della descrizione di massima (Concept note) via eProposal per proposte Ambiente ed uso efficiente delle risorse

19 Giugno 2019 ore 16.00
(ora locale di Bruxelles)

Scadenza presentazione della descrizione di massima (Concept note) via eProposal per proposte Natura e Biodiversità

19 giugno 2019 ore 16.00
(ora locale di Bruxelles)

Scadenza presentazione della descrizione di massima (Concept note) via eProposal per proposte Governance e Informazione

Ottobre 2019

Notifica ai proponenti dei progetti ammessi alla seconda fase

Febbraio 2020

Scadenza presentazione proposta dettagliata (Full proposal) via eProposal

Febbraio – Giugno 2020 

Valutazione e Revisione delle proposte

Luglio 2020

Firma della convenzione di sovvenzione

01 Settembre 2020

Possibile data di avvio dei progetti ENV e GIE (Periodo di ammissibilità)

01 Settembre 2020

Possibile data di avvio dei progetti NAT e BIO (Periodo di ammissibilità)

Cronoprogramma indicativo dei progetti tradizionali del Sottoprogramma Azione per il Clima

18 Aprile 2018

Pubblicazione dell’Invito a presentare le proposte

12 Settembre 2019 ore 16.00 (ora locale di Bruxelles)  

Scadenza presentazione proposta dettagliata (Full proposal) via eProposal

Settembre 2019 – Maggio  2020

Valutazione e revisione delle proposte

Maggio 2020

Firma della convenzione di sovvenzione

1 giugno 2020

Possibile data di avvio dei progetti (Periodo di ammissibilità)

​Cronoprogramma indicativo dei Progetti Integrati

4 Aprile 2019

Pubblicazione dell’Invito a presentare le proposte

5 settembre 2019 

Scadenza presentazione della descrizione di massima (Concept note) all’EASME a mezzo posta o corriere

Novembre 2019

Notifica ai proponenti dei risultati della valutazione. Invito a presentare la proposta dettagliata (Full proposal)

14 marzo 2020

Scadenza presentazione proposta dettagliata (Full proposal) all’EASME a mezzo posta o corriere

Marzo – Maggio 2020 

Valutazione delle proposte

Giugno – Luglio 2020

Revisione delle proposte

Ottobre 2020

Firma della convenzione di sovvenzione

 

​Cronoprogramma indicativo dei Progetti di Assistenza tecnica

4 Aprile 2019 Pubblicazione dell’Invito a presentare le proposte
12 Giugno 2019 Scadenza presentazione elettronica della proposta (Full proposal) all’EASME via https://bit.ly/2IsLVc7
Giugno – Agosto 2019 Valutazione delle proposte
Settembre 2019 Notifica ai proponenti dei risultati della valutazione
Ottobre/Novembre 2019 Firma della convenzione di sovvenzione
1 Novembre 2019 Possibile data di avvio dei progetti (Periodo di ammissibilità)

 

 
 
Alberto Speciale
Classe 1964. Ariete. Marito e padre. Lavoro come responsabile amministrativo e finanziario in una società privata di Verona. Sono persona curiosa ed amante della trasparenza. Caparbio e tenace. Lettore. Pensatore. Sognatore. Da poco anche narratore di fatti e costumi che accadono o che potrebbero accadere nella nostra città. Difensore dei diritti ambientali, il che mi ha procurato un atto di citazione milionario. Ex triatleta in attesa di un radioso ritorno allo sport.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here