Regione Veneto: via libera al Referendum fusione Isola Rizza e S.P.Morubio, nascerà il Comune “Borgo Veronese”

 
 

Con Deliberazione n. 540 del 05 maggio 2020 (Bur n. 72 del 19 maggio 2020) la Giunta Regionale approva lo svolgimento del Referendum consultivo per la fusione dei Comuni di Isola Rizza e San Pietro di Morubio della Provincia di Verona, individua le popolazioni interessate ed il relativo quesito referendario. Il nuovo Comune nascente dalla fusione si chiamerà “Borgo Veronese”.

I Comuni di Isola Rizza e San Pietro di Morubio, hanno chiesto alla Giunta regionale del Veneto di rendersi promotrice di un disegno di legge di fusione dei suddetti Comuni ed istituzione di un nuovo Comune denominato “Borgo Veronese”, inviando le relative deliberazioni consiliari di approvazione datate 9 dicembre 2019.

La Giunta ha accolto la richiesta di fusione dei due comuni mediante l’adozione della DGR n. 4/DDL del 10 marzo 2020 ad oggetto “Disegno di legge regionale – Istituzione del nuovo Comune denominato “Borgo Veronese” mediante fusione dei Comuni di Isola Rizza e San Pietro di Morubio della Provincia di Verona” ed ha trasmesso il provvedimento alla competente commissione consiliare che ha espresso parere favorevole al proseguimento dell’iter.

Con la Deliberazione 540/2020 la Giunta ha approvato lo svolgimento del Referendum consultivo sul Progetto di Legge n. 499 concernente la “Istituzione del nuovo Comune denominato “Borgo Veronese” mediante fusione dei Comuni di Isola Rizza e San Pietro di Morubio della Provincia di Verona”. Al referendum può partecipare la popolazione elettorale dei Comuni di Isola Rizza e San Pietro di Morubio della Provincia di Verona la quale dovrà rispondere al seguente quesito:

E’ lei favorevole al progetto di legge n. 499 relativo alla istituzione del nuovo Comune denominato “Borgo Veronese” mediante fusione dei Comuni di Isola Rizza e San Pietro di Morubio della Provincia di Verona?”.

Spetta adesso alla Giunta regionale la fissazione della data di svolgimento del Referendum e la convocazione dei comizi elettorali, che dovranno svolgersi entro il 31 ottobre 2020, fermo restando l’evoluzione  della emergenza sanitaria in corso e della situazione epidemiologica da COVID-19.

Alberto Speciale

 
 
Alberto Speciale
Classe 1964. Ariete. Marito e padre. Lavoro come responsabile amministrativo e finanziario in una società privata di Verona. Sono persona curiosa ed amante della trasparenza. Caparbio e tenace. Lettore. Pensatore. Sognatore. Da poco anche narratore di fatti e costumi che accadono o che potrebbero accadere nella nostra città. Difensore dei diritti ambientali, il che mi ha procurato un atto di citazione milionario. Ex triatleta in attesa di un radioso ritorno allo sport.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here