Regione Veneto: Bando “Fondo rotazione interventi bonifica siti inquinati” degli Enti locali

 
 

La Giunta regionale del Veneto con la Deliberazione n. 220 del 02 marzo 2021 (BUR n. 38 del 16 marzo 2021) ha approvato il Bando che individua, per l’annualità 2021, le modalità di assegnazione di risorse a favore degli Enti locali per interventi di bonifica e ripristino ambientale di siti inquinati. Un milione di euro la spesa finanziata dalla Regione.


 

La Legge regionale 12 gennaio 2009, n. 1 al comma 1 dell’articolo 20, prevede l’istituzione di un “Fondo di rotazione per gli interventi di bonifica e ripristino ambientale dei siti inquinati”, destinato agli Enti locali per il sostegno degli interventi di loro competenza, previsti dall’art. 242 del Testo Unico dell’Ambiente, lasciando alla Giunta regionale la definizione delle modalità e i criteri per l’erogazione dei contributi.

In tal senso la competente struttura regionale ha quindi predisposto il Bando (Allegato A) mirante a definire i potenziali beneficiari, le tipologie di intervento finanziabili e le spese ammissibili, le modalità e i termini per la presentazione delle domande, nonché i criteri per la valutazione delle domande medesime e per la formulazione delle graduatorie. Fa altresì parte del Bando uno Schema di convenzione (Allegato B) regolante i rapporti tra la Regione e l’Amministrazione assegnataria del Fondo di rotazione.

Gli interventi candidati al finanziamento, la cui soglia massima assegnabile ammonta a 200mila euro per intervento e/o Amministrazione richiedente, potranno riguardare sia aree di proprietà degli Enti Pubblici, ove gli stessi siano chiamati a provvedere agli adempimenti previsti dall’art. 242 del D.Lgs. n. 152/2006, sia aree private ove l’Amministrazione territorialmente competente intervenga in sostituzione e in danno del soggetto obbligato inadempiente.

A valere su tale Fondo di rotazione potranno essere concessi prestiti, in conto capitale, per la durata massima di anni quindici, fino al cento per cento (100%) della spesa ritenuta ammissibile, nel limite del sopra citato massimale di euro 200.000,00.

Gli interessati potranno presentare la richiesta di contributo all’Amministrazione regionale, secondo le modalità descritte nel Bando stesso, entro e non oltre il termine dei trenta giorni successivi alla pubblicazione della DGR 220/2021 nel Bollettino Ufficiale della Regione (BUR 16 marzo 2021).

Alberto Speciale

—–

(Allegati)

Dgr_220_21_AllegatoA_442821.pdf
Dgr_220_21_AllegatoB_442821.pdf

 
 
Alberto Speciale
Classe 1964. Ariete. Marito e padre. Lavoro come responsabile amministrativo e finanziario in una società privata di Verona. Sono persona curiosa ed amante della trasparenza. Caparbio e tenace. Lettore. Pensatore. Sognatore. Da poco anche narratore di fatti e costumi che accadono o che potrebbero accadere nella nostra città. Difensore dei diritti ambientali, il che mi ha procurato un atto di citazione milionario. Ex triatleta in attesa di un radioso ritorno allo sport.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here