Regione Veneto: bandito concorso “Esuli dell’Istria e della Dalmazia in Veneto: dai centri di raccolta ad una nuova vita”

 
 

La Giunta regionale, con Deliberazione n. 1742 del 09 dicembre 2021 (BUR 168 del 14 dicembre 2021), nell’ambito delle iniziative regionali di arricchimento dell’offerta formativa, ha bandito un Concorso sul tema: “Esuli dell’Istria e della Dalmazia in Veneto: dai centri di raccolta ad una nuova vita”, per l’assegnazione di n. 9 premi in denaro per i migliori elaborati realizzati nell’Anno Scolastico-Formativo 2021/2022 dagli studenti del Veneto frequentanti le Scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, statali e paritarie.


La Giunta regionale con deliberazione n. 1396 del 12 ottobre 2021 ha approvato un Protocollo di Intesa tra la Regione del Veneto, l’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto e la Federazione delle Associazioni degli Esuli Istriani, Fiumani e Dalmati per la diffusione della conoscenza, lo studio e l’approfondimento della complessa vicenda delle foibe e dell’esodo istriano, fiumano e dalmata, per la commemorazione nel Giorno del Ricordo (Legge 30 marzo 2004, n. 92) e per la valorizzazione del patrimonio culturale, storico, letterario e artistico degli italiani dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia, da proporre alle Scuole del Veneto.

La vicenda delle foibe rappresenta una delle storie più complesse del secondo dopoguerra di tutta l’Europa e in particolare dell’Italia. Le foibe non sono solo delle profondissime voragini che si aprono sui monti del Carso, ma anche delle inguaribili ferite nella memoria e nella coscienza di molti italiani. In quei luoghi, tra il 1943 e il 1945, furono gettati migliaia di corpi di uomini e donne, civili e non, massacrati nel corso di una terribile pulizia etnica.

Per fuggire dal dramma dell’eccidio e delle persecuzioni Istriani Fiumani e Dalmati di origine italiana furono costretti a fuggire in massa dalle loro terre natali. Le stime attuali rivelano che dal 1944 al 1958 più di 250.000 persone furono costrette ad abbandonare le proprie case al confine orientale con l’Italia per sfuggire alle atrocità che si stavano compiendo e cercare fortuna altrove. L’Italia del dopoguerra però non era preparata ad accogliere i connazionali dall’Istria, Fiume e Dalmazia e la maggior parte finì nei campi di raccolta allestiti in caserme, scuole e varie strutture improvvisate.

La somma destinata ai premi per gli elaborati migliori è di € 13.500,00. In termini di merito, i premi avranno un valore di € 2.000,00 per il primo classificato, € 1.500,00 per il secondo e € 1.000,00 per il terzo. La deliberazione prevede inoltre di destinare ulteriori risorse, fino ad un massimo di € 4.500,00, a favore delle Scuole vincitrici per finanziare la partecipazione degli studenti all’eventuale cerimonia di premiazione e/o per contribuire alla copertura delle spese per un viaggio per visitare luoghi significativi della vicenda dell’esodo istriano fiumano dalmata. La spesa complessivamente prevista quindi per l’attività oggetto del presente provvedimento è pari ad € 18.000,00.

La modalità di erogazione dei premi e dei contributi per eventuali viaggi e/o cerimonia di premiazione è demandata a successivo atto del Direttore della Direzione Formazione e Istruzione.

Le domande di partecipazione al Concorso, corredate dagli elaborati realizzati, dovranno pervenire entro il 28 febbraio 2022, pena l’esclusione.

I termini per la partecipazione al Concorso sono contenuti nell’Avviso (Allegato A), mentre le modalità di partecipazione sono analiticamente descritte nella Direttiva (Allegato B), entrambi parti integranti e sostanziali del presente provvedimento.

Gli elaborati potranno essere di natura diversa, quali ad esempio: rappresentazioni grafiche, testi, prodotti multimediali, video.

Alberto Speciale

 

 
 
Classe 1964. Ariete. Marito e padre. Lavoro come responsabile amministrativo e finanziario in una società privata di Verona. Sono persona curiosa ed amante della trasparenza. Caparbio e tenace. Lettore. Pensatore. Sognatore. Da poco anche narratore di fatti e costumi che accadono o che potrebbero accadere nella nostra città. Difensore dei diritti ambientali, il che mi ha procurato un atto di citazione milionario. Ex triatleta in attesa di un radioso ritorno allo sport.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here