Quartiere Stadio, tra le fiamme di via Vasari. Piromane o lite “danarosa”? [IMMAGINI]

 
 

Fuoco nel fuoco…

Canta, il popolo italiano. Canta Eros Ramazzotti, ad esempio, e fin qui tutto va bene.
Ci è parso lecito fare riferimento al cantante romano poiché una frase più “azzeccata” non sarebbe stata comunque adatta al clima che vogliamo trasmettervi.

I FATTI

La mattinata odierna, mercoledì 20 marzo. Nel giro di pochi minuti tutti gli orologi del quartiere Stadio segneranno le ore 10. In un appartamento in ristrutturazione, situato al terzo piano di una palazzina di via Vasari non provengono solo i classici rumori da “lavori in corso” e famiglia; ecco un boato e, successivo, del fumo che inizia a colorare l’aere circostante e, come un magnete, attirare lo sguardo progressivamente intimorito di residenti e passanti.

LE FIAMME

Da una primissima valutazione – mitigata e ridimensionata rispetto all’intervento che ci si aspettava – sono bastati “solo” 4 mezzi dei Vigili del Fuoco, accorsi sul posto nel giro di una decina di minuti. Data la natura “non operativa” della struttura, nessuna persona era presente all’interno della palazzina, percui possiamo fortunatamente chiudere questo “capitoletto” senza feriti.

LE CAUSE

Allo stato attuale delle indagini, i cui “lavori” sono ora di dominio della Questura di Verona, sembrano affacciarsi due filoni di ipotesi; la prima “premierebbe” l’ennesima bravata a curriculum del piromane che da qualche tempo sembra aver scelto anche il quartiere stadio per concretizzare la propria squilibrata “desiderata”.
In secundis, scenario più articolato e – di conseguenza – più affascinante, ci troveremmo di fronte ad un caso di “vendetta” o litigio verso l’attuale ditta intestataria dell’opera di ricostruzione della palazzina.

Ringraziamo Laura per averci concesso le immagini in esclusiva.
Un fronte che si apre, oltre al fumo…la verità.
Seguiranno aggiornamenti.

 
 
32 anni, parte di questi trascorsi inutilmente nel tentativo di scrivere una biografia seria e sensata. Forse questa è la volta buona (lo dico sempre!). Italiano e veronese, amante della comunicazione con ogni mezzo e a (quasi) ogni costo. Hellas Verona nelle arterie, musica jazz e le parole di un caro amico al momento giusto. Con la famiglia di VeronaNews per dare il meglio di me alla città che più amo al mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here