Presidio di lotta per il reddito in AGSM

 
 

Ieri a Verona, davanti alla sede di AGSM, società che eroga i servizi di luce, gas e acqua, controllata al 100% dal comune di Verona, un presidio di lotta per il reddito, composto da famiglie in difficoltà economica, attivisti e lavoratori.

È stato ribadito che, nell’emergenza sanitaria, economica e sociale, prima vengono i diritti umani e sociali e che ogni opzione diversa non può darsi. A sostegno di una famiglia senza corrente elettrica e gas, per il distacco delle utenze, si è ottenuto quindi un incontro con il presidente di Agsm Energia, Mario Faccioli, per chiedergli di sospendere questa procedura per i tanti che non possono pagare più le bollette.

“C’è stata una apertura, da verificare, di Agsm, che si è dichiarata disponibile a bloccare le sospensioni delle utenze anche per un anno e a farsi parte attiva anche verso il Comune perché dia tempestive informazioni riguardo alle morosità, cosa che oggi non avviene, e a collaborare con le associazioni, come Adl Cobas, [email protected], Equilibrio Precario e Falegnameria Resistente che hanno promosso l’iniziativa e che hanno attivato uno sportello per i diritti sociali che si fara’ carico di raccogliere le richieste di chi è in difficoltà – fanno sapere ADL COBAS Verona, Laboratorio Autogestito [email protected], Associazione di Promozione Sociale Equilibrio Precario eFalegnameria Resistente -. Questa disponibilità va verificata perchè siamo stanchi. Vanno prese misure vere e radicali e non solo annunci e propaganda. La situazione è grave. Solo con una nuova determinazione e coesione sociale si possono cambiare le cose, con le mobilitazioni dal basso e lotte reali, i bisogni sociali troveranno risposte. Reddito Diritti e Dignità non sono solo parole se diventano armi per cambiare concretamente lo stato delle cose, per dare luce e gas, casa, cibo, denaro a chi non ne ha più! Solo così batteremo realmente l’emergenza Covid, solo così torneremo riprenderci le nostre vite senza lasciare nessuno indietro”.

 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here