Viminale, ‘Politiche 2022’. Voto ai diciottenni per il Senato e nuovi collegi uninominali e plurinominali

 
 

Elezioni della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica.
Attribuzione del diritto di elettorato attivo per il Senato della Repubblica ai maggiorenni alla data del 25 settembre 2022 e determinazione dei nuovi collegi uninominali e plurinominali per l’elezione della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica


Il Ministero dell’Interno – Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali – con la Circolare DAIT n.87 dell’8 agosto 2022 interviene in materia di elettorato attivo per il Senato della Repubblica e per quanto riguarda la determinazione dei nuovi collegi uninominali e plurinominali per l’elezione della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica.

Il Viminale, facendo seguito alla Circolare n. 79 del 27 luglio 2022, evidenzia che in occasione delle prossime elezioni politiche, potranno votare anche per il Senato della Repubblica tutti gli elettori che, alla data del 25 settembre 2022, avranno raggiunto la maggiore età.
Ciò, in quanto, a seguito della modifica introdotta all’art. 58, primo comma, della Costituzione dall’art. 1 della legge costituzionale 18 ottobre 2021, n. 1, è stato
soppresso il preesistente limite minimo dei 25 anni di età per l’esercizio dell’elettorato
attivo per il Senato della Repubblica.
Ne consegue che, nelle liste elettorali sezionali, non dovranno più distinguersi con apposite annotazioni gli aventi diritto al voto per la sola elezione della Camera dei deputati rispetto agli altri elettori, visto che ora il corpo elettorale per il Senato della Repubblica è il medesimo di quello della Camera.

La Circolare n. 87/2022 prosegue precisando che a seguito della Legge 27 maggio 2019, n. 51 – Disposizioni per assicurare l’applicabilità delle leggi elettorali indipendentemente dal numero dei parlamentari – e della Legge costituzionale 19 ottobre 2020, n. 1, che ha ridotto di un terzo il numero complessivo di deputati e senatori, con Decreto legislativo 23 dicembre 2020, n. 177, sono stati rideterminati i nuovi collegi uninominali e plurinominali, nell’ambito di ogni circoscrizione elettorale della Camera dei deputati e di ogni circoscrizione elettorale regionale del Senato della Repubblica.

Con riferimento a quanto disposto dal D.Lgs. 177/2020, con le tabelle B dei Decreti del Presidente della Repubblica del 21 luglio 2022 (Decreto1, Decreto 2) sono stati assegnati i seggi spettanti ai collegi plurinominali nelle circoscrizioni della Camera dei deputati e nelle regioni per il Senato. Tali seggi plurinominali saranno attribuiti alle coalizioni/liste con metodo proporzionale.
In particolare, il Viminale, richiama l’attenzione sulle disposizioni dell’art. 3, comma 3, del
medesimo D.Lgs. 177/20, laddove prevede, con riferimento ai comuni il cui territorio
sia compreso in più collegi, che “le sezioni elettorali che interessano più collegi
uninominali o plurinominali si intendono assegnate al collegio uninominale o
plurinominale nella cui circoscrizione ha sede l’ufficio elettorale di sezione“.

Per quanto riguarda il Comune di Verona (tab. 4.6 Ufficio Statistica) sono 2.244 le persone che hanno compiuto 18 anni alla data del 31 dicembre 2021, che pertanto potranno votare al Senato, a cui andranno a sommarsi una parte dei 2.383 diciasettenni che compiranno la maggiore età il 25 settembre 2022.

Alberto Speciale

 
 
Classe 1964. Ariete. Marito e padre. Lavoro come responsabile amministrativo e finanziario in una società privata di Verona. Sono persona curiosa ed amante della trasparenza. Caparbio e tenace. Lettore. Pensatore. Sognatore. Da poco anche narratore di fatti e costumi che accadono o che potrebbero accadere nella nostra città. Ex triatleta in attesa di un radioso ritorno allo sport.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here