Perché il convegno di domani sul DDL ZAN parla di ognuno di noi

 
 

Senz’alcuna ombra di dubbio l’argomento più discusso, cliccatissimo sul web e – anche per questo – il più confuso e ormai travisàto.
Le ragioni di un’opposizione che si fa giocoforza espressione politica ma che affonda le proprie radici in un quadro culturale e di comunicazione che ha da sempre contraddistinto certe tematiche nel nostro Paese.
Dunque, piaccia o meno alla premiata ditta “Ferragnez” e a tutti coloro che vorrebbero diventasse Legge “il Zan“, stiamo sempre parlando di aspetti culturali.
Cupi scenari d’oscurantismo medioevale e soprattutto narrazioni di bollettini di guerra per quanto concerne il còmputo delle aggressioni a persone LGBT sono i principali ostacoli, a mio avviso, che polarizzano e strumentalizzano il dibattito pubblico relativamente al DDL ZAN, ormai in procinto di discussione presso il Senato della Repubblica martedì 13 luglio.

Fino a quella data…c’è ancora tempo.
Il Vostro, cari lettori, lo potete proficuamente impiegare nell’affascinante assise di Porta Palio, luogo designato per l’incontro di domani sera dal titolo: “NO DDL ZAN, Le Ragioni dell’opposizione ad un disegno di legge liberticida“.

La locandina dell’evento di domani sera

Un plauso agli organizzatori de ‘Il Serenissimo Veneto’, anzitutto perché in quanto loro colleghi ben conosciamo tutte le inevitabili asperità burocratiche e quel tanto di fortuna a cui ci si deve affidare nell’organizzazione di eventi così partecipati; il parterre degli ospiti, infatti, è davvero molto ricco:

Andrea OSTELLARI, senatore della Lega presidente della II Commissione Giustizia del Senato e – tecnicismi della politica – relatore del percorso del DDL ZAN al Senato;
Francesco BORGONOVO, vicedirettore del quotidiano La Verità;

Ad aprire i lavori del convegno sarà Carlo Alberto CARDONA, responsabile editoriale de Il Serenissimo Veneto. Moderatori saranno l’avv. Andrea BACCIGA, consigliere comunale Lega e Presidente della Commissione Sicurezza del Comune di Verona e l’avv. Roberto BUSSINELLO, leader di CasaPound Verona.

Ad incipit di quest’articolo vi propongo la conferenza stampa di presentazione dell’evento avvenuta ieri presso la Sala Blu di Palazzo Barbieri – Comune di Verona.
Ci vediamo domani sera.

 
 
31 anni, parte di questi trascorsi inutilmente nel tentativo di scrivere una biografia seria e sensata. Forse questa è la volta buona (lo dico sempre!). Italiano e veronese, amante della comunicazione con ogni mezzo e a (quasi) ogni costo. Hellas Verona nelle arterie, musica jazz e le parole di un caro amico al momento giusto. Con la famiglia di VeronaNews per dare il meglio di me alla città che più amo al mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here