Lotta allo spaccio; ancora i bastioni di circonvallazione Oriani, gran lavoro dell’unità cinofile.

 
 

Prosegue l’attività connessa all’operazione “Scuole Sicure”: attività di controllo fortemente voluta dal Ministro dell’Interno Salvini e condotta dalla Polizia di Stato nei pressi degli Istituti Scolastici della città scaligera e nelle zone maggiormente frequentate dagli adolescenti.
I mirati servizi antidroga disposti dal Questore della Provincia, Dottoressa Ivana Petricca, sono stati messi in atto, sin dall’inizio di questo anno scolastico, con l’obiettivo di contrastare il fenomeno dello spaccio e del traffico illecito di sostanze stupefacenti tra i giovani. 

Nell’ambito di tale operazione, nel pomeriggio di ieri, gli agenti delle Volanti della Questura di Verona, con l’ausilio dell’Unità Cinofila proveniente dalla Questura di Bologna e del Reparto Prevenzione Crimine di Padova, hanno svolto un controllo straordinario del territorio che ha interessato, in particolare, la Stazione Ferroviaria di Verona Porta Nuova, il parco dei Bastioni e i giardini di via Alto San Nazaro, zone solitamente frequentate dagli studenti al termine delle lezioni. 

L’attività nel suo complesso, ha consentito di procedere al sequestro di circa 77 grammi di sostanza stupefacente destinata allo spaccio. Nello specifico, grazie anche all’ausilio del cane antidroga della Polizia di Stato Irvin, gli agenti sono riusciti a rinvenire, in Circonvallazione Oriani, 30,8 grammi di marijuana nascosti tra gli arbusti dei giardini e altri 46,01 grammi di hashish abbandonati accanto a una panchina.

Tra le 20 persone identificate, delle quali 12 pregiudicate, 2 stranieri di nazionalità marocchina sono stati accompagnate presso gli Uffici di Polizia per l’espletamento delle pratiche identificative.

L’attività di monitoraggio proseguirà nel corso dei prossimi mesi andando ad interessare tutte le aree limitrofe agli istituti di istruzione di Verona.

 
 
Avatar
29 anni, parte di questi trascorsi, inutilmente, nel tentativo di scrivere una biografia seria e sensata. Ma forse questa è la volta buona (lo dico sempre!). Italiano e veronese, amante della comunicazione con ogni mezzo e a (quasi) ogni costo. Parlo tanto e volentieri, di politica e di sport. Talvolta a proposito, talaltra vabbé, pazienza. Hellas Verona nelle arterie, musica jazz, il buon vino e le parole di un caro amico al momento giusto. Con la famiglia di VeronaNews per dare il meglio di me alla città che più amo al mondo. Comunico. Rifletto. Combatto. Edito. Suono. Non necessariamente in quest'ordine. 🇮🇹

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here