Lo sviluppo di nuove forme di Welfare territoriale è di casa a Sommacampagna

 
 

Sinergia tra amministrazioni e aziende, sostegno economico ai cittadini in difficoltà e, più di tutti, riattivazione di persone da tempo escluse dal mondo del lavoro. Sono questi i punti di forza del progetto “Oltre lo Sportello 2”, il progetto di inserimento lavorativo svolto negli ultimi due anni, inteso a sviluppare nuove forme di Welfare territoriale.

Il progetto ha preso avvio nell’aprile 2017. Le cooperative hanno contattato più di 80 aziende del territorio, tra Sommacampagna, Sona e alcuni comuni limitrofi per verificare la disponibilità di attivazione di tirocinio, visitandone circa 20. Sono state 23 le aziende che si sono mostrate disponibili, e che sono state quindi inserite nel progetto.

Per quanto riguarda i cittadini invece, su un totale di 29 utenti segnalati, sono stati attivati 16 tirocini, per 8 cittadini di Sommacampagna e 8 di Sona. L’80%  dei tirocini attivati è arrivato alla conclusione. I cittadini partecipanti hanno percepito un rimborso spese della totalità di € 20.780,00.

Si è trattato di un progetto in grado di mettere in contatto e di creare collegamenti tra due realtà: le aziende e e le imprese produttive dei comuni di Sommacampagna e Sona e le persone disoccupate over 50 degli stessi comuni.

OLS-2 ha favorito infatti l’inserimento lavorativo di persone disoccupate del territorio, in aziende del territorio. Parte delle risorse per i sussidi economici ad personam, è stata infatti riconvertita in risorse per la riqualificazione e ricollocazione professionale, in risposta, mirata, alle ricerche di personale nelle aziende locali, con la segnalazione di profili scelti e coerenti con i ruoli vacanti.

È stata data la possibilità di usufruire di tirocini gratuiti (della durata di 4 mesi, retribuiti € 400 al mese alla persona), per verificare ed implementare – per un periodo sufficientemente lungo – le capacità professionali della persona aderente al progetto, per una eventuale assunzione diretta a conclusione del percorso formativo. È stato anche possibile usufruire di una consulenza specializzata, per il monitoraggio ed il tutoraggio/mediazione in itinere dell’intervento.

In particolare, gli enti promotori si sono proposti di rispondere in maniera concreta ed efficace alla sempre crescente emergenza sociale rappresentata dalle persone in situazione di “nuova povertà”. L’azione proposta è stata mirata a predisporre un intervento di presa in carico di persone segnalate dai servizi sociali dei comuni di Sommacampagna e di Sona, e l’attivazione di azioni volte sia al sostegno socio-economico e relazionale della persona (pagamento utenze, affitti, spese per sostegno familiare), sia interventi mirati alla riqualificazione lavorativa ed allo sviluppo di competenze.

Per andare oltre il sostegno assistenzialistico, una delle idee di fondo del progetto è stata quella che i due Comuni partner trasformassero parte delle somme economiche normalmente destinate all’assistenza ai cittadini (sussidio), in un fondo da devolvere, tramite le Cooperative sociali e Lavoro & Società, all’attivazione di percorsi sulla persona.

Il progetto è stato l’ideale prosecuzione dell’esperienza “Oltre lo Sportello” finanziato negli scorsi anni dalla Fondazione CariVerona alla cooperativa sociale I Piosi. L’ingresso nella rete progettuale del Consorzio Lavoro & Società e del comune di Sona, ha permesso di aumentare il numero di beneficiari e di sviluppare percorsi di presa in carico per la riqualificazione delle persone sempre più efficaci condividendo le competenze.

 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here