L’inchiesta di Libero sulle società amministrate da Tommasi

 
 

Stride l’idea che si candidi a sindaco un imprenditore con qualche problema di gestione di cassa e con frequentazioni societarie eticamente non irresistibili”.

Si conclude così l’articolo di questa mattina apparso sul quotidiano nazionale Libero, a firma Francesco Specchia, che fa la radiografia dell’amministrazione Tommasi nelle proprie società. In particolare, focus sulla “Bambi e Bimbi SRL la cui attività principale è “realizzazione e gestione ludoteche” e centri per l’infanzia e scuole primarie oltre che sulla società immobiliare collegata “Casa di Bambi” dove spicca il socio di Tommasi, il commercialista Zivelonghi Domenico, che condivide con l’aspirante Sindaco bilanci pesantemente in rosso (oltre 5,1 milioni).

La posizione debitoria – spiega il giornalista Specchiaappare incagliata e i rapporti sulla Banca di riferimento bloccati. Cioè: dal punto di vista bancario e imprenditoriale la società risulta essere in grave crisi debitoria finanziariamente di difficile gestione”.

A questo il giornalista di Libero aggiunge e conclude che “lo Zivelonghi stesso pare abbia in corso una contestazione dall’ordine dei commercialisti in quanto ha sottratto fondi (600mila euro) da una società in liquidazione, di cui era stato nominato liquidatore, per prestarli ad un’altra società poi fallita. Per ovviare a tale procedura ha dovuto far fronte con mezzi propri. Per tale comportamento il giudice ha disposto la revoca alla sua nomina di liquidatore”.

 
 

1 COMMENTO

  1. Questi signori di Libero che prendono un sacco di soldi pubblici pur avendo un chiaro editore dovrebbero occuparsi della loro moralità,della loro amministrazione e non buttare fango su qualcuno che rappresenta la parte pulita e sana del nostro Paese!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here