L’esborso che fa male all’ambiente (politico); quel Natale in Albania…

 
 

All I want for Christmas is…

Ben conscio dell’evidente disagio “climatico” che arrecherò a tutti i miei lettori, invito comunque ad un esercizio di pazienza che verrà ampiamente ripagato già nel

Sono infatti le dichiarazioni del capogruppo di Fratelli d’Italia, Leonardo Ferrari, a focalizzare l’attenzione su un argomento “scottante”, anche se riferito al periodo natalizio del 2015; “[…] dovrà essere necessario aprire al più presto la stagione delle verifiche sulle spese nelle aziende del ramo ambiente della città di Verona. Risulterebbero infatti spese del tutto ingiustificate, come ad esempio un viaggio natalizio in Albania, in data 29 dicembre 2015, di cui avrebbe beneficiato la signora Bisinella. A che titolo?”.   

Porta la propria voce sul tema delle municipalizzate/partecipate comunali anche Nicolò Sesso, consigliere comunale di Battiti: “Riteniamo che ci sia bisogno anche e soprattutto in Serit di un radicale cambiamento e di una urgente inversione di marcia, per fare in modo che l’azienda lavori bene sul territorio e produca utili.
Prendiamo atto invece, neppure tanto stupiti, che il consigliere del PD Benini si unisca a Tosi nel sostenere e rimpiangere l’uscente Rambo Bissoli. Del resto, sono ormai orfani entrambi del loro leader di riferimento Matteo Renzi e sono destinati all’irrilevanza politica sia a livello locale, che nazionale.
L’ex sindaco la smetta quindi di polemizzare quotidianamente su vicende e casi di impasse politica, amministrativamente riconducibili quasi sempre tra l’altro proprio a lui. Dopo 10 anni di gestione delle aziende cittadine assolutamente personalistica, autoritaria e a volte ai limiti della trasparenza
– prosegue Sesso – è assolutamente necessario rinnovare tutti i vertici delle Municipalizzate legate a tale gestione e che, molto spesso, come nel caso Serit, hanno provocato stallo, inefficienza ed improduttività. Prenda atto che la sua stagione politica è terminata senza alcun rimpianto”. 

Le dichiarazioni fotocopia di Tosi-Benini confermano la sempre più stretta alleanza tra l’ex sindaco ed il PD. Il primo suggerisce, Benini e il Pd eseguono”. Così invece Gianmarco Padovani, capogruppo in Sala Gozzi di Verona Pulita, che prosegue: “Tutti e due, tuttavia, senza prima informarsi o verificare ciò che scrivono. Se si fossero correttamente informati, infatti, saprebbero che la transazione in corso è stata proposta, condotta e sottoscritta non dal Presidente di AGSM Michele Croce – che non ha alcun titolo in questa vicenda – bensì dal Curatore Speciale nominato dal Tribunale delle Imprese di Venezia. Un terzo super partes, quindi, che con il suo pregevole lavoro sta risolvendo i contenziosi in Serit ed agevolando il cambio del management”.

 
 
Avatar
30 anni, parte di questi trascorsi inutilmente nel tentativo di scrivere una biografia seria e sensata. Forse questa è la volta buona (lo dico sempre!). Italiano e veronese, amante della comunicazione con ogni mezzo e a (quasi) ogni costo. Hellas Verona nelle arterie, musica jazz e le parole di un caro amico al momento giusto. Con la famiglia di VeronaNews per dare il meglio di me alla città che più amo al mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here