La Questura sventa due tentativi di furto in meno di 24 ore. E…si, c’è una bicicletta

 
 

Sono stati due i tentativi di furto sventati questa notte dagli agenti delle Volanti della Questura di Verona.


RENATO SIMONI

Il primo è stato segnalato da un residente di piazza Renato Simoni che, intorno all’1.00, dal balcone del proprio appartamento, ha notato uno sconosciuto armeggiare vicino ad un’auto posteggiata sotto casa.
La pattuglia ha sorpreso il ladro mentre rovistava all’interno dell’abitacolo, nel quale era riuscito ad introdursi danneggiando il deflettore del finestrino con un coltello.
L’uomo, un cosentino di 53 anni, di fatto senza fissa dimora, gravato da numerosi precedenti, è stato arrestato per il reato di tentato furto aggravato e denunciato per la violazione del divieto di ritorno nel Comune di Verona, provvedimento adottato dal Questore la scorsa settimana.
Per tale inottemperanza, il 53enne era stato già deferito all’autorità giudiziaria lunedì, sempre dagli agenti delle Volanti che erano stati chiamati ad intervenire nei pressi di P. Bra, a seguito di segnalazione di persona molesta che infastidiva i clienti delle attività commerciali della zona. L’arresto di questa notte è stato convalidato in mattinata dal giudice che, in sede di rito direttissimo, ha disposto nei confronti dell’uomo l’applicazione della misura cautelare dell’obbligo di presentazione giornaliera alla Polizia Giudiziaria.


BICICLETTÀRO

Il secondo tentativo di furto è stato segnalato, invece, intorno alle 3.30, in via Cristofoli. Nello specifico, il denunciante riferiva di aver sentito dei forti rumori metallici provenire dai garage e di aver distinto chiaramente due fragori, distanziati tra loro da un breve lasso temporale, che lo avevano insospettito. Anche in questo caso gli operatori delle Volanti hanno beccato il ladro sul posto, all’interno di uno dei parcheggi riservati, con una trancia di grandi dimensioni in mano. Quando è stato sorpreso dagli agenti, l’uomo era già riuscito a scassinare i lucchetti di due autorimesse e ad estrarre, da una di queste, una bicicletta, con il probabile intento di appropriarsene una volta terminato di rovistare nei garage vicini. Il trentaduenne originario di Salerno ma residente a Verona è stato denunciato per il reato di tentato furto aggravato e per possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli.
Anche questo, pregiudicato, era già destinatario di un provvedimento del Questore di Verona – l’avviso orale – emesso a suo carico lo scorso 11 maggio.

 
 
Avatar
30 anni, parte di questi trascorsi inutilmente nel tentativo di scrivere una biografia seria e sensata. Forse questa è la volta buona (lo dico sempre!). Italiano e veronese, amante della comunicazione con ogni mezzo e a (quasi) ogni costo. Hellas Verona nelle arterie, musica jazz e le parole di un caro amico al momento giusto. Con la famiglia di VeronaNews per dare il meglio di me alla città che più amo al mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here