Italiani fino all’ultima goccia di sangue: a Verona la storia di Norma Cossetto

 
 

Ricordare significa fare memoria e soprattutto trasmetterla in modo da raggiungere quante più persone possibile, affinché la stessa diventi patrimonio identitario e condiviso.
Quest’operazione acquista, se possibile, maggior senso e carattere d’urgenza soprattutto laddove vi è ancora del contrasto, laddove vi sono ancora delle rimostranze, vi è della recalcitranza storica da parte di una ben precisa fazione politica.

Un’operazione di verità, per dare anche il giusto riposo a chi è sparito dal mondo per la “colpa impossibile” di essere un’italiano fino alla fine. Fino all’ultima goccia di sangue.
Arriva dunque anche a VeronaFoiba Rossa. Norma Cossetto, storia di un’italiana“, la nuova pubblicazione di Ferrogallico scritta da Emanuele Merlino e disegnata da Beniamino Delvecchio. Un albo che racconta la storia di Norma Cossetto, martire italiana assurta a simbolo delle sofferenze patite dagli istriani, giuliani e dalmati.

Dopo essere stato presentato il 6 febbraio scorso in un’affollata Sala della Regina della Camera dei Deputati, arriva domani, mercoledì 21 febbraio, dalle ore 21, nella nostra città il fumetto dedicato ad una pagina davvero drammatica della storia nazionale. L’evento, che si terrà nella sala convegni del Palazzo della Gran Guardia (piazza Brà) è stato da subito promosso e infine organizzato dall’assessorato alla cultura, nella persona di Francesca Briani.

Ad aprire i lavori di presentazione saranno le parole di saluto e introduzione del sindaco Federico Sboarina. Fra i relatori saranno presenti Emanuele Merlino, autore e vicepresidente del comitato ’10 Febbraio‘, Davide Rossi del Coordinamento Adriatico e Fausto Biloslavo, giornalista e inviato di guerra.

Moderatore d’eccezione, l’assessore Francesca Briani.
Il volume può essere acquistato on-line sul sito IBS.it.

 
 
32 anni, parte di questi trascorsi inutilmente nel tentativo di scrivere una biografia seria e sensata. Forse questa è la volta buona (lo dico sempre!). Italiano e veronese, amante della comunicazione con ogni mezzo e a (quasi) ogni costo. Hellas Verona nelle arterie, musica jazz e le parole di un caro amico al momento giusto. Con la famiglia di VeronaNews per dare il meglio di me alla città che più amo al mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here