Il Veneto punta forte su “Avigan”, farmaco che in Giappone ha curato il Virus

 
 

“La ‘tranche’ brutta ce l’abbiamo ancora per tutto aprile, poi se il nostro modello matematico si conferma pensiamo di chiudere la partita per giugno“.

Lo ha detto il presidente del veneto Luca Zaia, a proposito delle previsioni sull’epidemia Coronavirus.

Sempre secondo le previsioni, per Zaia “resteranno malati residuali fini a luglio, ma a quel punto saranno casi sporadici che non ci fanno impensierire sul piano delle terapie intensive”.

Zaia ha quindi annunciato per oggi il via alla sperimentazione in regione del farmaco giapponese “Avigan”, cui l’Aifa ha dato l’ok. Oggi sarà infine illustrato il progetto veneto di tamponi “a tappeto” su operatori sanitari e popolazione coordinato da Andrea Crisanti, ordinario di Microbiologia all’Università di Padova (ansa).

 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here