Il tesoro del Lorì

 
 

L’associazione genitori della scuola “A.Pisano” di Avesa – in collaborazione con  l’associazione teatrale “La Pocostabile”, con la partecipazione dell’associazione “Archeoland – Lupo Azzurro” ed il contributo della 2° circoscrizione – presenta la rassegnaIl tesoro del Lorì

Gli appuntamenti del programma si snodano ad Avesa fino al 2 giugno, tra mostre, spettacoli, feste, degustazioni, rievocazioni e attività per bambini.

Piccolo rio di risorgiva la cui origine è segnalata in paese dal toponimo “via sorgente Lorì”, il Lorì, con il suo corso suddiviso in due rami, in passato racchiudeva il borgo camaldolese. In epoca romana contribuì ad alimentare l’acquedotto di Verona, poi Cansignorio della Scala ne incanalò le acque fino a farle sgorgare dalla fontana di Madonna Verona, in piazza Erbe; nei secoli successivi sostenne le locali attività agricole, molitorie, laniere, arrivando a quelle dei più recenti lavandai, operosi fino alla seconda guerra mondiale.

 
 
Sono nata a Verona sotto il segno dei Pesci; le mie radici sono in Friuli. Ho un fiero diploma di maturità classica ed una archeologica laurea in Lettere Moderne con indirizzo artistico, conseguita quando “triennale” poteva riferirsi solo al periodo in cui ci si trascinava fuori corso. Sono giornalista pubblicista dell’ODG Veneto e navigo nel mondo della comunicazione da anni, tra carta, radio, tv, web, uffici stampa. Altro? Leggo, scrivo, cucino, curo l’orto, visito mostre, gioc(av)o a volley. No, non riesco a fare tutto, ma tutto mi piacerebbe fare. Corro contro il tempo, ragazza (di una volta) con la valigia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here