GTA San Bonifacio, fra cazzotti&cocaina. I Carabinieri fermano violento romeno.

 
 

Erano le 20.00 circa di ieri quando cominciano ad arrivare chiamate al 112 che raccontano di un giovane che si aggira in Corso Italia in stato di agitazione .
Giunta una pattuglia della Stazione di San Bonifacio, alla vista dei militari, il ragazzo, che in quel frangente stava uscendo dal cinema ivi presente, gli si scaglia contro colpendoli con calci e pugni.

LA DINAMICA
Con non poca fatica, però, i Carabinieri riuscivano a trattenere il giovane, ammanettandolo, ed a farlo entrare in macchina, aprendo con lo stesso un dialogo. Le parole degli uomini in divisa riuscivano a calmare il ragazzo, identificato in un cittadino romeno cl ‘94, incensurato.
Calmati gli animi e giunti sul posto i sanitari del 118, lo straniero veniva accompagnato presso il locale pronto soccorso. Anche lì, approfittando del momento in cui si trovava senza manette ai polsi per consentire ai medici di visitarlo, il giovane tentava all’improvviso la fuga abbattendo la porta scorrevole della sala emergenze del pronto soccorso. Lo stesso veniva però nuovamente immobilizzato dai militari.
Nel corso delle fasi concitate i due Carabinieri riportavano entrambi lesioni guaribili in 5 giorni.

OBBLIGO DI FIRMA
Il reo, sul cui conto si accertava clinicamente la positività alla cocaina, veniva dichiarato in stato d’arresto e piantonato presso il nosocomio ove veniva trattenuto in osservazione breve intensiva sino alla mattinata odierna.
Comparso davanti al Giudice del Tribunale di Verona, questi convalidava l’arresto e disponeva in capo al romeno l’obbligo di presentazione quotidiano ai Carabinieri.
Udienza rinviata al prossimo 19 settembre.

 
 
Avatar
29 anni, parte di questi trascorsi, inutilmente, nel tentativo di scrivere una biografia seria e sensata. Ma forse questa è la volta buona (lo dico sempre!). Italiano e veronese, amante della comunicazione con ogni mezzo e a (quasi) ogni costo. Parlo tanto e volentieri, di politica e di sport. Talvolta a proposito, talaltra vabbé, pazienza. Hellas Verona nelle arterie, musica jazz, il buon vino e le parole di un caro amico al momento giusto. Con la famiglia di VeronaNews per dare il meglio di me alla città che più amo al mondo. Comunico. Rifletto. Combatto. Edito. Suono. Non necessariamente in quest'ordine. 🇮🇹

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here