Giornata mondiale del donatore di sangue

 
 

Oggi si celebra la Giornata mondiale del donatore di sangue, istituita nel 2004 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nel giorno della nascita dello scopritore dei gruppi sanguigni, Karl Landsteiner. Quest’anno è l’Italia il Paese organizzatore del “World Blood Donor Day Global Event”, in programma a Roma oggi e domani e trasmesso in streaming.

Nella nostra città, una rappresentanza dei donatori di Fidas Verona, Avis e Asfa è stata presente dalle 10 fino alle 14 in piazza Bra con un gazebo informativo, per sensibilizzare i cittadini sull’importanza di tendere il braccio.

Inoltre, nei Centri trasfusionali di città e provincia è stata donata una penna-gel igienizzante, come ringraziamento simbolico per questo gesto altruistico. In Italia, nel 2020, i donatori sono stati 1 milione e 626mila e il sistema sangue ha retto nonostante la pandemia e il calo “fisiologico” di quasi 57mila donatori a livello nazionale.

I primi 5 mesi del 2021 a Verona presentano numeri incoraggianti, se raffrontati allo stesso periodo dell’anno precedente (dati DIMT): da gennaio a maggio sono state raccolte 22.335 sacche di sangue intero (+ 8,63%) e 4.548 unità di plasma (6,66%). Sono aumentati però i consumi: quindi, anche in vista dell’estate, è importante prenotare la donazione e reclutare nuovi aspiranti.

Per donare è necessario godere di buona salute, pesare almeno 50 kg e avere fra i 18 e i 65 anni. Basta telefonare al numero verde gratuito 800.310.611 (da fisso), allo 0442.622867 (per chiamate da cellulare), al 339.3607451 (cellulare per telefonate/sms) o inviare una mail a [email protected]

 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here