Da oggi è online la prima piattaforma italiana di monitoraggio del PNRR. E’ un progetto di openpolis

 
 

Da oggi è online la prima piattaforma italiana di monitoraggio del PNRR. OpenPNRR è un progetto di Fondazione openpolis in collaborazione con il Gran Sasso Science Institute. La presentazione ufficiale oggi alla Camera dei Deputati


Lo scopo è promuovere un dibattito informato e offrire un punto di osservazione indipendente, per valutare l’efficacia degli interventi, controllarne la realizzazione effettiva e contrastare il rischio di sprechi e corruzione.

Su OpenPNRR vngono raccolti e resi disponibili dati sempre aggiornati, incrociando numerose fonti dirette e indirette, che permettono alla Fondazione di analizzare ogni aspetto del piano. Dalla realizzazione delle misure al completamento delle scadenze, dai territori destinatari degli interventi alle organizzazioni titolari, dai temi affrontati alle priorità strategiche.

Navigando le varie sezioni della piattaforma è possibile avere innanzitutto una visione d’insieme dell’andamento del PNRR. Non solo, chiunque potrà gratuitamente registrarsi creando un account personale e scegliere quali misure, temi, priorità e territori monitorare, per ricevere ogni aggiornamento a riguardo.

OpenPNRR è un progetto di monitoraggio civico e informazione sul piano nazionale di ripresa e resilienza. Offre informazioni di qualità sulla gestione, da parte del governo, delle risorse che l’Unione europea ha destinato all’Italia nell’ambito del Next generation Eu. Oltre all’aggiornamento costante della piattaforma, sono previste anche altre attività: una rubrica settimanale di approfondimento, il rilascio di open data riutilizzabili gratuitamente, una newsletter dedicata e contenuti di data journalism per i nostri canali social.

La realizzazione del Pnrr è un passaggio cruciale per il futuro del nostro paese. Iniziative di monitoraggio sono quindi fondamentali, sia per verificare la gestione di queste ingenti risorse da parte del governo (circa 235 miliardi di euro), sia per fare divulgazione. Obiettivi perseguibili solo attraverso i dati.

Italia domani dovrebbe essere la fonte da cui reperirli, tuttavia, per openpolis, il portale di iniziativa governativa presenta diverse lacune (qui i motivi), ed è stata pertanto presentata una richiesta di accesso agli atti (Foia). In risposta, lo scorso 13 maggio il governo ha messo a disposizione su Italia domani una serie di informazioni ulteriori e importanti (qui ultimo articolo openpolis).

Il progetto – di Fondazione openpolis in collaborazione con il Gran Sasso Science Institute – si pone come punto di osservazione indipendente rispetto agli annunci delle istituzioni coinvolte al fine di valutare l’efficacia degli interventi, controllarne la realizzazione effettiva, contrastare il rischio di sprechi e corruzione.
Sono 346 le misure previste dal PNRR, di cui 63 sono riforme normative e 283 investimenti economici.Per alimentare la piattaforma, openpolis raccoglie dati sempre aggiornati, incrociando numerose fonti dirette e indirette, che permettono di analizzare ogni aspetto del piano, ovvero:

  • calcolare la percentuale di realizzazione di riforme e investimenti, attraverso i previsti indicatori originali, grazie al monitoraggio dell’avanzamento di ogni scadenza, dall’avvio al completamento;
  • approfondir le questioni e i temi su cui il piano progredisce e quelli su cui riscontra ritardi o criticità;
  • monitorare il raggiungimento di macro obiettivi trasversali a più investimenti;
  • considerare quante e quali organizzazioni sono coinvolte e con che ruolo;
  • analizzare la distribuzione degli investimenti tra i territori;
  • valutare quali misure impattano sulle priorità trasversali e in che modo.

A ognuno di questi elementi è dedicata una sezione del sito e navigando è possibile innanzitutto avere una visione d’insieme. Non solo, chiunque potrà registrarsi creando un account personale e scegliere quali misure, temi, priorità e territori monitorare, per ricevere ogni aggiornamento a riguardo. Dall’avanzamento delle scadenze alla pubblicazione di documenti rilevanti, fino all’assegnazione di risorse ai territori di interesse (qui per creare l’account personalizzato su OpenPNRR, accedi e monitora).

Il flusso di dati generato dalla piattaforma potrà infatti essere utilizzato come base per la realizzazione di analisi e contenuti giornalistici multimediali. Questo permetterà a pubblici differenti di seguire, su canali diversi, gli sviluppi del piano. Una produzione costante di dati e di contenuti per alimentare e promuovere un dibattito consapevole e informato. Non solo: un altro aspetto decisivo per il progetto è cercare di coinvolgere il mondo della ricerca, delle associazioni e le comunità territoriali, per generare processi diffusi di monitoraggio e valutazione civici e indipendenti e di data activism.

In sintesi, il progetto prevede una serie di attività: l’aggiornamento costante della piattaforma, una rubrica settimanale di approfondimento, ma anche il rilascio di open data riutilizzabili gratuitamente, una newsletter dedicata e contenuti di data journalism per i nostri canali social. Sono attività che necessitano di risorse continue. Per questo abbiamo lanciato una campagna di tesseramento mirata a raccogliere sostegno, energie ma anche idee nuove. Solo con il contributo di tutti sarà possibile far crescere e migliorare il progetto.

Per la fondazione openpolis il progetto OpenPNRR non vuole porsi in contrapposizione con Italia domani, il portale realizzato dal governo, ma rappresentare la richiesta alle istituzioni, condivisa da numerose realtà della società civile, di una maggiore disponibilità di dati: in formato aperto, accessibili e riutilizzabili.

Dalle 15 è possibile seguire l’evento di presentazione di OpenPNRR in diretta dalla Camera dei deputati

Alberto Speciale

 
 
Classe 1964. Ariete. Marito e padre. Lavoro come responsabile amministrativo e finanziario in una società privata di Verona. Sono persona curiosa ed amante della trasparenza. Caparbio e tenace. Lettore. Pensatore. Sognatore. Da poco anche narratore di fatti e costumi che accadono o che potrebbero accadere nella nostra città. Difensore dei diritti ambientali, il che mi ha procurato un atto di citazione milionario. Ex triatleta in attesa di un radioso ritorno allo sport.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here