Css, un’ultima vittoria e secondo posto nel girone

 
 

Si chiude con l’ennesima vittoria, e di fronte ad un pubblico comprensibilmente in festa, il girone di ritorno della Css Verona, a terminare una grande volata che ha permesso alla formazione biancazzurra di arrivare ad un soffio dalla vittoria del Girone Nord, respingendo l’assalto di compagini in ascesa di forma come Bologna e Trieste. Contro la Firenze Pallanuoto il risultato finale è stato di 11-9 (parziali 2-1, 6-3, 1-3, 2-2).

Lo strappo nel punteggio avviene, insolitamente rispetto ad altre partite della Css, nella prima metà di partita. Luna Carli e Francesca Cressoni rimontano il vantaggio iniziale delle gigliate, poi nella seconda frazione le padrone di casa esaltano a ripetizione gli appassionati sugli spalti delle Piscine Monte Bianco. Firenze supera Zingaropoli tre volte, ma sono realizzazioni che si perdono in mezzo alle reti di Elena Borg e Giulia Carotenuto ed alle doppiette di Ines Braga  e Giorgia Prandini. La portoghese rintuzza il tentativo di rientrare in partita delle ospiti, che tornano ad una sola rete di svantaggio ad inizio dell’ultimo tempo. Una Cressoni in grande spolvero porta la Css a più tre, anche se nel finale c’è qualche patema di troppo dopo la nona rete ospite.

Il capitano Prandini sintetizza così la prestazione della squadra: «Abbiamo giocato la partita un po’ scariche, con poche idee e ritmo basso. Questo campionato senza mai pause ha presentato il conto. Per fortuna il nostro ampio organico ci ha permesso di mantenere un buon livello e di portare a casa questo risultato, che ci permette di esultare per la seconda posizione ottenuta per la prima volta nella storia della pallanuoto femminile veronese in questa serie».

Anche il tecnico Giovanni Zaccaria commenta l’ultimo match di questa fase: «Sapevamo che il risultato dell’andata era stato frutto di una partita strepitosa in attacco, ma che Firenze era una buona squadra e lo ha dimostrato oggi. Hanno spinto molto su alcuni nostri punti deboli e questo spesso ha pagato. In compenso abbiamo compensato le lacune al tiro con alcuni movimenti di squadra che hanno portato alla vittoria. Ancora una volta la squadra ha mostrato la determinazione e il carattere per ottenere la vittoria e questo è un ottimo segnale».

Come detto, la Css sfiora la vittoria del girone, acciuffata in extremis dal Como che a Trieste, a pochi minuti dal termine, riesce a rimontare due reti di svantaggio e pareggiare. Verona comunque accede alle semifinali playoff come seconda classificata e formazione meno battuta del girone, sia in fatto di partite perse che di reti subite.

 

Css Verona – Firenze Pallanuoto 11-9

Parziali: 2-1, 6-3, 1-3, 2-2

Css Verona: Zingaropoli (P), Castagnini, Cressoni (3), Russo, Borg (1), Peroni, Braga (3), Carli (1), Nicolis, Prandini (2), Carotenuto (1), Bosello, Benvegnù. All. Zaccaria

Firenze Pallanuoto: Pellegrino (P), Capaccioli (2), Scali, Colaiocco (1), Ferrini, Baldini (1), Baldi C. (2), Azzini (1), Baldi G. (1), Calonaci, Giordano (1), Storai, Rocca. All. Solfanelli

Arbitro: Paduano

 

 

SERIE A2 GIRONE NORD

18esima giornata: Padova-Bologna 6-15, Locatelli-Varese Olona 5-2, Trieste-Como 10-10, Rapallo-Promogest 8-11, Css Verona-Firenze 11-9

Classifica finale: Como 41 punti; Css Verona 40; Bologna 39; Trieste 29; Promogest 26; Firenze 23; Padova 22; Locatelli 18; Varese Olona 12; Rapallo 8

Verdetti: Como in finale playoff, Css Verona e Bologna in semifinale playoff, Locatelli e Varese Olona ai playout, Rapallo retrocessa

Prossimo impegno: Css Verona – Acquachiara Napoli (7 giugno)

 
 
Stefano Pozza
Dopo il diploma di maturità classica, mi sono laureato in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Padova. Dal marzo 2012 sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti, elenco pubblicisti. Nella vita di tutti i giorni lavoro come Buyer, e coltivo due grandi passioni: la politica e il giornalismo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here