Corte dei Conti: Regione Veneto, approvata la Relazione al Bilancio di previsione 2019-2021. Richiamo alla trasparenza

 
 

La Corte dei Conti, Sezione Controllo Regione Veneto, con la Deliberazione n. 101/2020/FRG, adottata il 16 giugno e pervenuta alla Regione il 30, ha approvato la Relazione relativa al Bilancio di previsione 2019-2021 della Regione del Veneto. Richiamata l’attenzione dell’Ente sulla doverosità di pubblicazione nella sezione “Amministrazione Trasparente – Bilanci” dei documenti contabili e ne raccomanda per il futuro il compiuto adempimento.

Leggendo le Conclusioni della Relazione, la Corte dei Conti, sulla base delle risultanze del questionario e dei documenti esaminati, ha evidenziato le seguenti criticità raggruppate per argomento.

Alcune criticità ineriscono al rispetto di termini e altri adempimenti. In particolare è stato riscontrato: 1) il mancato rispetto dei termini in quanto la L.R. n. 31 del 6 agosto 2019 di assestamento al Bilancio di previsione 2019-2021, sebbene esaminata dal Consiglio regionale in data 30 luglio 2019, è stata approvata in data 6 agosto 2019 e, quindi, oltre il termine di legge che prevede espressamente: “Entro il 31 luglio, la regione approva con legge l’assestamento delle previsioni di bilancio (…); 2) il mancato rispetto della  pubblicazione, nel sito della Regione, alla Sezione “Amministrazione trasparente – Bilanci”, né del DTA (Documento Tecnico di Accompagnamento) “assestato” né del BFG (Bilancio Finanziario Regionale) “assestato”, relativi ai bilanci di previsione 2016-2018, 2017-2019, 2018-2020 e 2019-2021. Detta criticità è stata già rilevata nei precedenti cicli di controllo e, pertanto, la Sezione richiama l’attenzione dell’Ente sulla doverosità di tale pubblicazione, ex lege disciplinata, e ne raccomanda per il futuro il compiuto adempimento.

Altre criticità si collegano alle carenze informative essenziali riscontrate in atti fondamentali del ciclo di bilancio e di controllo. Sono emerse lacune e carenze informative sia nella nota integrativa che nella relazione dell’Organo di revisione, non colmate del tutto in sede istruttoria, in relazione alle “Entrate in conto capitale” ed alle “Entrate da alienazioni di beni materiali ed immateriali”. E’ emerso inoltre che per tutti i Fondi esaminati (Fondo perdite societarie, FCDE, Fondo rischi legali, Fondo tassa automobilistica da restituire allo Stato, Fondo rischi escussioni garanzie, Fondo passività potenziali, Fondo conguagli Stato manovre gettiti fiscali, Fondo copertura minori entrate da contenzioso tributario) l’analisi degli stessi contenuta nella relazione dell’Organo di revisione si limita semplicemente a riportare quanto scritto nella nota integrativa al bilancio di previsione 2019-2021, senza alcuna ulteriore informazione. Sul punto la Sezione, nel richiamare l’art. 20 del D.Lgs. 30 giugno 2011, n. 123, auspica, per il futuro, che in ossequio ai principi della trasparenza, comprensibilità e chiarezza, i documenti che accompagnano il bilancio, quantomeno la nota integrativa, rechino ogni utile informazione per la compiuta conoscenza delle previsioni di entrata e di spesa del bilancio stesso e si riserva ogni valutazione ed approfondimento nel prosieguo delle proprie pertinenti attività di controllo.

In relazione infine ai debiti fuori bilancio, resta latente il già segnalato debito fuori bilancio in attesa di riconoscimento per euro 160.170,42, emerso in sede di controllo finanziario sul rendiconto 2018 (Delibera n. 97/2020/FRG/Regione Veneto) di cui negli atti non si rinviene più alcuna traccia.

In ultimo, la Sezione raccomanda alla Regione di proseguire nell’attuazione delle azioni poste in essere per l’abbattimento dello stock di debito al fine del consolidamento dei risultati positivi già ottenuti e si riserva di verificare l’ulteriore evoluzione del fenomeno nel prosieguo delle proprie pertinenti attività di controllo.

Alberto Speciale

 
 
Alberto Speciale
Classe 1964. Ariete. Marito e padre. Lavoro come responsabile amministrativo e finanziario in una società privata di Verona. Sono persona curiosa ed amante della trasparenza. Caparbio e tenace. Lettore. Pensatore. Sognatore. Da poco anche narratore di fatti e costumi che accadono o che potrebbero accadere nella nostra città. Difensore dei diritti ambientali, il che mi ha procurato un atto di citazione milionario. Ex triatleta in attesa di un radioso ritorno allo sport.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here