Il consenso dei veronesi verso l’amministrazione Sboarina e le responsabilità sul tema dei Filobus: ne parliamo con Federico Benini

 
 

Federico Benini, consigliere comunale per il Partito Democratico, ha recentemente messo in luce il fatto che il consenso dei veronesi verso l’operato dell’amministrazione Sboarina potrebbe essere cambiato. Un cambiamento, però, non a favore di questa Giunta: sembra, a detta di Benini, due fattori stiano contribuendo a una netta diminuzione di questo consenso. Il primo fattore è legato al progetto Filobus, progetto che purtroppo sappiamo non essere andato a buon fine, e all’attribuzione delle responsabilità in merito al negativo epilogo di questa faccenda. Il secondo è invece legato a quanto i veronesi siano effettivamente d’accordo sulla possibilità di costruire un nuovo Stadio.

Benini ci ha esposto tutte le sue perplessità in quest’intervista:

 
 
Caterina Bertoni Gonzales
Classe 1995, laureata in Consulenza del Lavoro, cinefila incallita. Italiana con origini americano-portoricane costantemente critica nei confronti degli USA. Ho capito che fare giornalismo è la mio scopo sociale, che seguo con la tenacia di un Capricorno ma soprattutto con lo spirito di chi ha detto "My life is my message."

1 COMMENTO

  1. Entrambe le operazioni sono dannose alle finanze e inutili. Il filobus ha provocato soltanto danni al traffico e alla natura, mentre lo stadio si potrebbe rinnovare e mantenere l’attuale capienza, perché in 40 anni io l’ho visto pieno soltanto quando vincemmo lo scudetto 35 anni fa con l’allenatore Bagnoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here