#Catullo, l’on. Valbusa: “Incredibile sia ancora chiuso, finanziare tratta ferroviaria con Porta Nuova”

 
 
Finanziare il collegamento ferroviario che collega l’aeroporto Valerio Catullo di Villafranca, ad oggi ancora incredibilmente chiuso, con la stazione di Verona Porta Nuova“.
Questo l’invito (con delusione per l’ormai nota “vicenda Catullo“) proposto dalla deputata della Lega Vania Valbusa che, per rilanciare il suddetto progetto, si è fatta prima firmataria di un’iniziativa a Palazzo Montecitorio: “Ho presentato un emendamento al DL rilancio per anticipare il finanziamento dell’opera già a partire da quest’anno. Dopo lo stop forzato a causa del Covid è necessario infatti dare un nuovo input al turismo all’intera area del Lago di Garda e di Verona.

Quest’opera
– prosegue Valbusa – rappresenta un punto di partenza fondamentale per far ripartire un intero settore e, al tempo stesso, decongestionare un tratto viario da tempo sovraffollato. Il via dei lavori è previsto a partire dal 2022 ma quanto accaduto in questi mesi rende necessario anticiparlo il prima possibile.
Ad oggi l’aeroporto Valerio Catullo risulta ancora chiuso e sicuramente questa non è la strada giusta per aiutare le strutture, gli esercenti e tutte le attività che vivono di turismo.

Il comunicato stampa termina con un rinnovato appello: “Si riapra l’aeroporto e si facciano partire subito i lavori della tratta ferroviaria Catullo-Porta Nuova”.

 
 
Avatar
30 anni, parte di questi trascorsi inutilmente nel tentativo di scrivere una biografia seria e sensata. Forse questa è la volta buona (lo dico sempre!). Italiano e veronese, amante della comunicazione con ogni mezzo e a (quasi) ogni costo. Hellas Verona nelle arterie, musica jazz e le parole di un caro amico al momento giusto. Con la famiglia di VeronaNews per dare il meglio di me alla città che più amo al mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here