Caccia stagione 2019/2020: inizio il 15 settembre, calendario per l’esercizio venatorio e sperimentale

 
 

Con Deliberazione n. 943 del 2 luglio 2019 (BUR n. 72 del 5 luglio 2019) è stato approvato il calendario venatorio per la stagione 2019/2020 mentre con la Deliberazione della Giunta regionale n. 1032 del 12 luglio 2019 (BUR n. 96 del 27 agosto 2019) è stato approvato il calendario regionale per l’esercizio di regimi sperimentali di prelievo venatorio alla specie Cinghiale (Sus scrofa). Inizio dal 15 settembre.

 

La stagione aprirà il 15 settembre 2019 e si chiuderà il 30 gennaio 2020, ma con periodi di caccia diversificati a seconda delle specie.

Il provvedimento indica, come ogni anno, il limite quantitativo dei carnieri, le giornate di caccia – tre giorni la settimana a scelta del cacciatore, esclusi il martedì ed il venerdì (anche se festivi) con integrazione di due giornate per la sola caccia alla fauna migratoria da appostamento nei mesi di ottobre e novembre –, gli orari di caccia, norme specifiche per le aziende faunistico-venatorio e per quelle agri-turistico-venatorie, regole per l’addestramento e l’allenamento dei cani da caccia, limitazioni nelle zone di protezione speciale (ZPS).

Il calendario prevede alcune giornate di preapertura (1, 2, 4, 8 e 9 settembre) per le specie merlo, ghiandaia, gazza, cornacchia nera e cornacchia grigia. Rispetto al calendario venatorio delle precedenti stagioni, ritorna la caccia al colombaccio nelle due giornate di preapertura dell’1 e 2 settembre, anche in considerazione del buono stato della popolazione nel territorio regionale.

Confermata la caccia alla tortora anche nella prossima stagione venatoria in Veneto, nelle prime due giornate di preapertura, nonostante il piano di gestione nazionale proponga di sospenderne il prelievo nelle preaperture, e poi dal 15 al 30 settembre con il limite di carniere giornaliero a 5 capi e quello stagionale a 20 per cacciatore, così come indica l’Ispra (l’istituto superiore per la protezione della fauna selvatica).

Il calendario 2019-2020 conferma, inoltre, limiti temporali per la caccia al combattente (dal 2 al 31 ottobre), per la starna, il fagiano, la quaglia e il coniglio selvatico (cacciabili fino al 30 dicembre), per l’allodola (dal 2 ottobre al 30 dicembre), per il merlo (dal 15 settembre al 15 dicembre), per la beccaccia e il tordo bottaccio, cacciabili fino al 20 gennaio. Anche per ghiandaie, gazze, cornacchie nere e cornacchie grigie la stagione di prelievo si chiude anticipatamente al 12 gennaio – come nel precedente calendario venatorio- ma restano confermate le giornate di posticipo l’1, il 2, il 3, il 5, il 6, l’8 e il 9 febbraio 2020.

Chiusura anticipata anche per la moretta (dal 2 ottobre al 20 gennaio), mentre per lepri bianche, pernici bianche, fagiano di monte e coturnice si conferma la possibilità di prelievi numerici limitati dal 2 ottobre al 30 novembre, sulla base di piani determinati da censimenti specifici.

Inoltre la Deliberazione n. 1032/2019 provvede a prorogare il regime venatorio sperimentale per l’Unità gestione “Lessina” e, contestualmente, ad estendere il regime venatorio sperimentale all’Unità gestionale “Monte Baldo”, relativamente alla stagione venatoria 2019/2020 autorizzando, ad integrazione del calendario venatorio regionale approvato con DGR n. 943 del 2 luglio 2019, il prelievo venatorio alla specie Cinghiale (Sus scrofa) in provincia di Verona nei limiti e secondo le disposizioni di cui alle allegate proposte di gestione sperimentale predisposte dalla Provincia di Verona (Allegati e D).

Alberto Speciale

 
 
Alberto Speciale
Classe 1964. Ariete. Marito e padre. Lavoro come responsabile amministrativo e finanziario in una società privata di Verona. Sono persona curiosa ed amante della trasparenza. Caparbio e tenace. Lettore. Pensatore. Sognatore. Da poco anche narratore di fatti e costumi che accadono o che potrebbero accadere nella nostra città. Difensore dei diritti ambientali, il che mi ha procurato un atto di citazione milionario. Ex triatleta in attesa di un radioso ritorno allo sport.

1 COMMENTO

  1. Che GRANDE INCIVILTÀ E CRUDELTÀ. ..
    POSSIBILE CHE STIAMO ANCORA AMMAZZANDO I NOSTRI AMICI ANIMALI ….??????
    STIAMO DISTRUGGENDO VERAMENTE TUTTO IL PIANETA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here