Bar “nuovo”, problemi vecchi; la voglia di sicurezza del quartiere Golosine

 
 

Erano quattro amici (fra di loro) al bar…

Ghe n’é una al giorno“. Il bugiardìno di oggi predispone, contrariamente al nome a lui riservatogli dalla tradizione, l’assunzione di quanto offre la realtà cittadina degli ex quartieri.
Ecco dunque che in una zona distante solo pochi minuti di bicicletta dal centro quale Golosine-Santa Lucia si ha la possibilità di assistere all’infausta applicazione del “pensiero buono/buonista” (nato sconfitto dall’alba dei tempi e ora ulteriormente archiviato, sembra, dalle non più recenti consultazioni elettorali del 4 marzo).

Integrazione. Integralismi. Questione di cervello, questione di testa. Troppe, forse, quelle straniere che sono solite lavorare su dubbi meccanismi di legalità e quiete pubblica laddove trovano humus amministrativo lasciato incurato.

Raccontiamo dunque la storia del “Bar Nuovo“, uno dei tanti-troppi punti roventi dell’intensificato quartiere residenziale veronese; alto il livello delle temperature, molto di più quello dell’impazienza di fronte ad atti di vandalismo, risse, violenza, schiamazzi che spesso si trasformano in vero e proprio teppismo.

Continua la richiesta di noi consiglieri comunali di giungere presto alla chiusura anticipata dei locali a rischio, poiché dopo un determinato orario (le 20), queste vie si trasformano in un vero e proprio bronx. Questa situazione – prosegue Paolo Rossi, consigliere comunale e presidente di Verona Domaninon è una conseguenza delle scelte del comune, anzi; un plauso dell’assessore alla sicurezza Daniele Polato che si dimostra sempre operativo a 360°, soprattutto nel sollecito della richiesta di chiusura anticipata”.

Come Lega siamo stati fra i primi a segnalare l’insorgere di situazioni problematiche legate all’immigrazione. Vogliamo far capire ai residenti che non devono avere paura; l’omertà non è solo una sconfitta per tutta la comunità italiana, ma è anche l’elemento ideale per l’ulteriore espansione della già minacciosa presenza della mafia nigeriana“. Così Alberto Todeschini, commissario Lega Nord Verona quartiere Golosine e coordinatore giovani della Lega. “Speriamo – prosegue – soprattutto attraverso l’azione del ministero degli Interni nella persona di Matteo Salvini, che vengano portate a termine le procedure per l’assunzione e l’impiego di nuovi agenti di polizia. Ai cittadini dico: denunciate sempre qualsiasi disagio!”

 
 
Avatar
30 anni, parte di questi trascorsi inutilmente nel tentativo di scrivere una biografia seria e sensata. Forse questa è la volta buona (lo dico sempre!). Italiano e veronese, amante della comunicazione con ogni mezzo e a (quasi) ogni costo. Hellas Verona nelle arterie, musica jazz e le parole di un caro amico al momento giusto. Con la famiglia di VeronaNews per dare il meglio di me alla città che più amo al mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here