Azioni Urbane Innovative: pubblicato ultimo invito per presentare proposte di innovazione urbana finanziate dalla UE

 
 

Pubblicato il 16 settembre il quinto invito a presentare proposte nell’ambito delle Urban Innovative Actions (UIA) (https://www.uia-initiative.eu/en/call-proposals/5th-call-proposals) e rappresenterà l’ultima opportunità per le città di ottenere finanziamenti a titolo dell’attuale bilancio UE 2014-2020 per azioni innovative nei settori della cultura e del patrimonio culturale, dell’economia circolare, della qualità dell’aria e del cambiamento demografico. L’invito rimarrà aperto dal 16 settembre 2019 al 12 dicembre 2019 alle 14:00 CET. 

Gli argomenti che le autorità urbane possono affrontare nel quadro dell’iniziativa UIA riguardano gli argomenti che gli Stati membri, i rappresentanti delle autorità locali, le ONG, le associazioni di città europee e nazionali, nonché gli esperti e la Commissione, hanno individuato nell’ambito di l’agenda urbana europea, ovvero:

  1. Qualità dell’aria.
  2. Economia circolare.
  3. Cultura e patrimonio culturale.
  4. Cambiamento demografico.
Circa 359 milioni di persone – il 72% della popolazione totale dell’UE – vivono in città, paesi e periferie. Le aree urbane affrontano sfide multiple e interconnesse legate all’occupazione, alla migrazione, alla demografia, all’inquinamento dell’acqua e del suolo, (…). Ma sono anche motori di nuove idee e soluzioni, luoghi dinamici in cui i cambiamenti avvengono su scala più ampia e ad un ritmo rapido.

Per rispondere alle sfide sempre più complesse che devono affrontare, le autorità urbane devono andare oltre le politiche e i servizi tradizionali, devono essere audaci e innovative.

Sebbene la ricerca sulle questioni urbane sia già sviluppata, le potenziali soluzioni non sono sempre messe in pratica perché le autorità urbane sono refrattarie ad usare il proprio denaro per testare idee nuove, non dimostrate e quindi rischiose. Urban Innovative Actions offre alle autorità urbane la possibilità di correre un rischio e sperimentare le soluzioni più innovative e creative.

L’obiettivo principale di UIA è fornire alle aree urbane in tutta Europa risorse per testare soluzioni innovative per le principali sfide urbane e vedere come funzionano nella pratica e rispondere alla complessità della vita reale.

I beneficiari dell’iniziativa UIA sono le autorità urbane di oltre 50.000 abitanti, o un gruppo di autorità urbane con una popolazione totale di almeno 50.000 abitanti situate in uno dei 28 Stati membri dell’UE, che hanno un’idea audace che non è mai stata implementata e che possa generare un vero cambiamento positivo per i tuoi cittadini.

Al fine di progettare e attuare soluzioni efficaci e innovative, le autorità urbane devono coinvolgere tutte le principali parti interessate che possono apportare competenze e conoscenze sulla specifica questione politica da affrontare. Questi includono agenzie, organizzazioni, settore privato, istituti di ricerca, ONG, (…).

L’UIA cofinanzia l’80% delle attività del valore del progetto, il budget per questo invito è di circa 50 milioni di EUR FESR, che deve essere:

  • Innovativo: progetto che non è mai stato realizzato altrove in Europa. Dimostra che l’idea è sperimentale e non fa parte delle normali attività.
  • Partecipativo: progetto che coinvolge le principali parti interessate che porteranno competenza e conoscenza al progetto, sia durante la fase di progettazione che di attuazione di un progetto.
  • Di buona qualità: progetto con attività coerenti e una gestione efficace. Un piano di lavoro logicamente interconnesso, un budget coerente e proporzionato e accordi di gestione efficaci.
  • Misurabile: progetto il cui ​​cambiamento previsto può essere chiaramente misurato nella situazione locale se ha successo.
  • Trasferibile: progetto che può essere rilevante per le altre autorità urbane in Europa e che pertanto è condivisibile con un pubblico più ampio di responsabili politici e professionisti.

Le città vincitrici saranno annunciate nel secondo trimestre del 2020.

I tre inviti a presentare proposte pubblicati annualmente a partire dal dicembre 2015 hanno permesso di selezionare 55 progetti in 17 Stati membri, nell’ambito dei quali sono attualmente testate soluzioni innovative per un’ampia gamma di sfide urbane relative a tutte le priorità tematiche dell’agenda urbana per l’UE (tra le altre, integrazione dei migranti, edilizia abitativa, qualità dell’aria, povertà urbana e transizione energetica). In Italia alcuni dei progetti selezionati nei precedenti inviti riguardano le seguenti città:

Bologna – “SALUS ‘W’ SPACE – Spazio accessibile accessibile sostenibile Spazio sociale utilizzabile per benessere interculturale, benessere e accoglienza” – Argomento: Integrazione di migranti e rifugiati Popolazione: 386.815 – FESR: 4.998.429,46 EUR
Durata:01/11/2016 – 31/10/2019.
Torino – “Co-City – La gestione collaborativa dei beni comuni urbani per contrastare la povertà e la polarizzazione socio-spaziale” – Argomento: Povertà urbana Popolazione:
892.000 – FESR: 4.125.891,44 EUR – Durata: 01/03/2017 – 29/02/2020.
Portici (NA) – “AIR-HERITAGE – Migliorare la qualità ambientale della città di Portici: monitoraggio, modellizzazione e mitigazione dell’inquinamento atmosferico attraversopolitiche partecipate ed efficienti” – Argomento: Qualità dell’aria Popolazione: 55.012 – FESR: 3.274.475,68 EUR – Durata: 01/11/2018 – 31/10/2021.

Milano – “OpenAgri – Nuove competenze per nuovi lavori nell’agricoltura peri-urbana” – Argomento: Lavori e competenze nell’economia locale – Popolazione: 1.324.169
FESR: 4.996.745,52 EUR – Durata: 01/11/2016 – 31/10/2019.
Nel prossimo bilancio a lungo termine dell’UE per il periodo 2021-2027, le azioni urbane innovative saranno integrate nell’iniziativa urbana europea, un nuovo strumento che riunisce tutti gli strumenti connessi alla tematica urbana in un unico programma per la cooperazione tra città, l’innovazione e lo sviluppo di capacità in relazione a tutte le priorità tematiche dell’agenda urbana per l’UE.

 

Alberto Speciale

 
 
Alberto Speciale
Classe 1964. Ariete. Marito e padre. Lavoro come responsabile amministrativo e finanziario in una società privata di Verona. Sono persona curiosa ed amante della trasparenza. Caparbio e tenace. Lettore. Pensatore. Sognatore. Da poco anche narratore di fatti e costumi che accadono o che potrebbero accadere nella nostra città. Difensore dei diritti ambientali, il che mi ha procurato un atto di citazione milionario. Ex triatleta in attesa di un radioso ritorno allo sport.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here