Amia va veloce: Tacchella si gode il consistente attivo del primo semestre 2019

 
 

E’ stata visionata ed analizzata nel corso della seduta del Consiglio di amministrazione di Amia la reportistica dei dati economico-finanziari dei primi mesi di quest’anno raffrontati alla previsione di bilancio che era stata formalizzata ed approvata ad inizio 2019 da Agsm (società capogruppo), dopo esser stata illustrata alle rappresentanze sindacali dell’azienda ed ai membri del Consiglio comunale di Verona. Soddisfazione per i risultati emersi è stata espressa da tutti i membri del Cda della società di Avesani.

“Dai dati della semestrale si delinea una situazione generale economico-finanziaria assolutamente positiva, superiore alle aspettative e che fa ben sperare per il prossimo futuro – ha commentato il presidente Bruno Tacchella – Numeri che superano le previsioni ipotizzate dal bilancio di previsione e che confermano il buon operato e l’oculatezza delle scelte aziendali di tutti i vertici di Amia nel corso del primo anno di insediamento. Tra i vari indicatori positivi emersi vanno sottolineati il netto miglioramento delle performances economiche che fanno ben sperare nel raggiungimento del pareggio di bilancio e molto probabilmente anche in un significativo utile per l’azienda ed  il mantenimento e la salvaguardia occupazionale. Senza dimenticare una importante razionalizzazione delle spese e la realizzazione di un piano industriale di investimenti assolutamente in linea con le esigenze e le mission aziendali.  Il dato maggiormente significativo è rappresentato dall’attivo di 200 mila euro di questa semestrale rispetto al passivo di bilancio ereditato nel 2018 che era di circa 3 milioni di euro. Siamo ottimisti per il futuro – conclude Tacchella – Un trend positivo frutto anche di un costante e continuo coordinamento tra tutti i componenti del cda, con la Direzione, tra l’azienda e l’amministrazione comunale e tra la governance ed i dipendenti”.

 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here