AGSM, Croce e Albertini: “La Città di Verona ha scampato un gravissimo pericolo”

 
 

Riceviamo e pubblichiamo la nota degli Avvocati Michele Croce e Gian Paolo Sardos Albertini circa le dimissioni da Presidente di AGSM Daniele Finocchiaro.

“Riteniamo le dimissioni di Finocchiaro un atto dovuto e, anzi, tardivo.

La vendita di Agsm alla milanese A2A non avrebbe portato alcun vantaggio per Verona ed è stata tentata violando le norme di legge sulle gare europee. Ciò lo abbiamo dimostrato addirittura intervenendo e vincendo un ricorso cautelare proprio contro A2A (ordinanza TAR Lombardia n. 869 del 26/06/2020).

Siamo stati costretti a formalizzare nei confronti del dott. Finocchiaro e del sindaco di Verona esposti e denunce, alla Procura della Repubblica, alla Corte dei Conti ed all’ANAC, oltre che diffide dal proseguire l’illecito percorso di fusione, l’ultima delle quali proprio poche ore fa, il 4 agosto (PEC allegata).

Per tutti questi motivi, nella qualità di cittadini di Verona e, quindi, di azionisti di Agsm, prima ancora di past president di questa gloriosa società, accogliamo le dimissioni del dott. Finocchiaro come atto dovuto e finale di una gestione arbitraria e contra legem, che la Giustizia non tarderà in ogni caso a certificare.

La Città di Verona ha scampato un gravissimo pericolo e ringraziamo tutti i veronesi per la vicinanza dimostrateci nelle azioni portate avanti in questi mesi”.

 
 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here