Aeroporto Catullo – I 134 milioni

 
 

Il gioco dei tre bussolotti

Su un quotidiano locale di oggi un bell’articolo spiega come il Doge, con secchiello e paletta, e con l’aiuto della Dama Bianca, allungherà la seconda pista di volo di Venezia e restaurerà, ammodernandole, entrambe le piste.

“Save mette sul piatto 135 milioni per rifare le piste del Marco Polo”

Abbiamo dato nota che il Master Plan ed Enac indicavano che per Verona l’investimento, che sarebbe già dovuto partire, era di 134 milioni, e che per Brescia sarebbe stato di 113 milioni. Il medesimo argomento trattato dal Doge e da Fracchia, con sviolinate di Salz Man e Mister Day, dava per certo l’investimento… Una nota di Fracchia raccontava la favola che ottenuta la VIA (!) si sarebbe partiti, proprio come nelle corse in cortile.

In realtà Verona è ferma al palo. Un palo da tempo orizzontale e tenuto così dai suddetti.

I 134 milioni si sono volatilizzati, nessun investimento ad oggi, nemmeno quelli necessari alla vita minima delle aerostazioni o per incentivare il traffico, ancorché low cost.

Nel secchiello del Doge, che ha il fiato sul collo dei fondi che lo controllano, e almeno qualcuno da dietro lo pressa, ci sono i soldi che o per Verona o per Brescia avrebbero almeno dato la parvenza della verità tra quanto strombazzato e quanto realizzato.

Si realizza, invece, che dei tre bussolotti quello pieno è quello di Venezia, con buona pace del territorio e di chi ancora aspetta ad uscire allo scoperto per distruggere il castello di sabbia fino ad oggi costruito dal Doge, con la collaborazione fattiva dei suoi sodali, tutti insieme: Fracchia, Salz Man, Mister Day, la Dama Bianca, Sbesolon, tutti a osannarlo, compreso il Fantino Bertucco.

Ora che tutto è svelato vedremo se davvero il territorio ha voglia di riprendersi ciò che è proprio, o se ci sarà ancora un’altra scusa, o un’altra priorità.

Fracchia e Salz Man con Mister Day, giocano su due o più tavoli, compagni sorridenti al parco giochi cittadino, e barracuda a Venezia.

Aspettiamo che chiuda il parco giochi, nel frattempo cerchiamo di scegliere il bussolotto giusto…

Link informativa: https://www.aeroportoverona.it/news_t3/news/2197 http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2018/02/05/TX18BFM2203/S5

 
 
32 anni, parte di questi trascorsi inutilmente nel tentativo di scrivere una biografia seria e sensata. Forse questa è la volta buona (lo dico sempre!). Italiano e veronese, amante della comunicazione con ogni mezzo e a (quasi) ogni costo. Hellas Verona nelle arterie, musica jazz e le parole di un caro amico al momento giusto. Con la famiglia di VeronaNews per dare il meglio di me alla città che più amo al mondo.

1 COMMENTO

  1. eh beh vuoi mettere dal 16 al 29 settembre chiudono la taxiway Tango (la parallela pista) per rifacimento manto.
    Però a quanto sembra dal masterplan le dimensioni (larghezza attuale 18m) rimarranno inalterate così la potranno usare solo gli aerei di classe icao A-B-C, sia mai che un aereo di classe D (767/787 Neos basato a Verona) o classe E possano usarla per permettere un decollo da 04 senza interferire sul traffico con back track assistito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here