Acque Veronesi: “Controlli costanti dal 2016, valori dei PFAS sempre dentro i limiti di legge”.

 
 

Con riferimento alla comunicazione ARPAV sui risultati di monitoraggio dalla contaminazione da PFAS riportata dalla stampa locale, Acque Veronesi ritiene utile per i propri utenti precisare che dal 2016 effettua di routine le analisi sui PFAS in tutti i sei centri di produzione a servizio dell’acquedotto di Villafranca e dalle oltre 90 analisi effettuate per le sole acque distribuite non è mai stato rilevato nessun superamento dei parametri di legge per tutti i PFAS analizzati. 

Nonostante i parametri fossero al di sotto dei limiti di legge, Acque Veronesi si è preventivamente attivata per l’installazione di filtri a carbone attivo granulare che garantiscono l’abbattimento dei composti PFAS nei siti dove sono stati rilevati; siti che peraltro non sono la totalità della produzione idrica del comune di Villafranca.

Ad ulteriore sicurezza degli utenti, va precisato che nei siti dove è stata rilevata presenza dei composti, l’acqua che esce dai rubinetti delle case non arriva direttamente dalla falda, ma viene potabilizzata e quindi distribuita in tutta sicurezza ampiamente all’interno dei parametri di legge.

 
 
Avatar
29 anni, parte di questi trascorsi, inutilmente, nel tentativo di scrivere una biografia seria e sensata. Ma forse questa è la volta buona (lo dico sempre!). Italiano e veronese, amante della comunicazione con ogni mezzo e a (quasi) ogni costo. Parlo tanto e volentieri, di politica e di sport. Talvolta a proposito, talaltra vabbé, pazienza. Hellas Verona nelle arterie, musica jazz, il buon vino e le parole di un caro amico al momento giusto. Con la famiglia di VeronaNews per dare il meglio di me alla città che più amo al mondo. Comunico. Rifletto. Combatto. Edito. Suono. Non necessariamente in quest'ordine. 🇮🇹

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here